Festival della scrittura delle donne del Mediterraneo

Festival della scrittura delle donne del Mediterraneo

Festival della scrittura delle donne del Mediterraneo

Si è tenuto lo scorso 30 giugno il Festival della scrittura del Mediterraneo.

Si riporta il comunicato dello Zonta club di Potenza.

Scri.Don.Med 2021 – Festival della Scrittura delle Donne del Mediterraneo – VII edizione –  Zonta International Club Potenza. “Persistenza e superamento di stereotipi di genere nella Scrittura delle Donne Lucane tra XX e XXI secolo”. 30 giugno 2021 – 16.30. Diretta pagina Facebook di Zonta Club Potenza

Il Festival della Scrittura delle Donne del Mediterraneo, nato nel 2015 nell’ambito delle iniziative dello Zonta International Club Potenza, è giunto alla VII edizione. E’ inserito nelle attività de “Il giardino di Isabella”, progetto Zonta Potenza in collaborazione con il Polo Bibliotecario di Potenza. Il Festival si propone di approfondire le radici comuni della cultura del Mediterraneo cominciando dalla letteratura, sua espressione primaria, attraverso la quale veicolare nel contempo problematiche sociali attuali di grande rilievo, che, secondo i principi dello Zonta International Club, coinvolgono prioritariamente donne e bambine.

Favorire anche l’incontro con scrittrici protagoniste e testimoni, intendendo sensibilizzare all’approfondimento di temi come quelli della violenza contro le donne nelle sue diverse forme. Offrire l’opportunità di discutere sulle differenze culturali delle civiltà che si affacciano sul Mediterraneo con e tra protagoniste di diversi ambiti territoriali e disciplinari.

Le scrittrici ospiti

Ecco le scrittrici ospiti impegnate nella scrittura, giornalistica, saggistica, narrativa o poetica. La slava Barbara Korun, la libanese Maram Al-Masri e l’italiana Anna Santoliquido, che salda l’origine lucana con l’atmosfera internazionale di Bari e gli stabili rapporti con l’Europa dell’Est.

Bello l’incontro con Brigitte Zébé Ku Phakua, protagonista del libro di Melania G. Mazzucco “Io sono con te. Storia di Brigitte”, che ha raccontato la difficile condizione delle donne migranti dall’Africa.

Quest’anno il Festival intende riflettere sulle radici della cultura lucana, in una Basilicata interpretata storicamente come crocevia di civiltà mediterranee, affrontando il tema “Persistenze e superamento di stereotipi di genere nella Scrittura delle Donne Lucane tra XX e XXI secolo”.

Nell’introduzione la Presidente Zonta Potenza, Lorenza Colicigno, metterà l’accento, in una prospettiva diacronica, su alcune parole chiave della scrittura delle donne lucane, la relazione è affidata a Elvira Cavallo, che proporrà percorsi di lettura nei romanzi di tre scrittrici lucane, Carolina Rispoli, Maddalena Rotundo, Patrizia Bianco.

Festival 2022

Il Festival nel 2022 riapproderà sulle diverse sponde del Mediterraneo, confermando la sua vocazione intermediterranea e internazionale. Il Festival ha ottenuto il patrocinio morale del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi della Basilicata, Ignazio Marcello Mancini, e del Polo Bibliotecario di Potenza, Direttrice Anna Pilogallo. Partecipano all’evento, oltre alle autorità zontiane, Dina Russiello, Past Presidente, e Cinzia Marroccoli, Vice Presidente, Ivana Pipponzi, Consigliera regionale di Parità, Socia Zonta Potenza, Anna Pilogallo, Direttrice Polo Bibliotecario Potenza e Michelina D’Alessio, Presidente CUG UniBas.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania


Redazione

Redazione