Ambiente & Salute

Puglia – Fino al 15 settembre Buoni servizio per disabili e anziani

Cons. Borraccino, Buoni servizio per disabili e anziani non autosufficienti: al via le domande fino al 15 settembre 2021

Aperti i bandi per accedere ai buoni servizio per disabili e anziani non autosufficienti pugliesi.

Il Presidente Emiliano e l’Assessora Barone hanno infatti anticipato i tempi e semplificato le procedure di accesso per l’annualità 2021/2022.

Il via alle domande sulla piattaforma è partito dal 15 luglio e si ha tempo fino al 15 settembre 2021 per completare la documentazione richiesta e concludere le procedure di abbinamento alle Unità di Offerta.

La copertura finanziaria complessiva dei due differenti bandi, stimata per l’intero fabbisogno, è di 35milioni di euro.

Una oculata iniziativa messa in campo dalla Regione Puglia nell’ambito delle politiche sociali per andare incontro alle tante famiglie pugliesi degli assistiti disabili oltre ai Centri diurni che si occupano di questi importanti servizi.

Il buono servizio per disabili e anziani non autosufficienti è un beneficio economico per il contrasto alla povertà rivolto alle persone con disabilità e anziani non autosufficienti, nonché ai rispettivi nuclei familiari di appartenenza, vincolato al sostegno al pagamento delle rette di frequenza presso servizi a ciclo diurno semi-residenziale e servizi domiciliari scelti da un apposito catalogo telematico dell’offerta.

Attraverso il Buono servizio, le famiglie pugliesi possono richiedere l’accesso ad una delle tipologie di servizio presenti sul catalogo ad un costo significativamente contenuto:

Il  Buono Servizio, infatti,  copre una percentuale della retta di frequenza dei predetti servizi, da un minimo del 20%, sino ad un massimo del 100% in base al valore ISEE di riferimento (del richiedente o della famiglia, secondo i casi),  al netto di una franchigia fissa di soli 50 euro mensili per l’accesso a servizi a ciclo diurno, a carico dei nuclei familiari.

Per accedere al beneficio, è necessario che il destinatario finale (persona con disabilità o anziano non autosufficiente) abbia i seguenti 3 requisiti:

-possesso di un PAI ( Progetto Assistenziale Individualizzato) in corso di validità, per l’accesso a prestazioni socio-sanitarie ex artt. 60, 60 ter, 88.

Ovvero, nel caso di accesso a prestazioni socio-assistenziali ex artt. 68, 87, 105, 106, possesso di una Scheda di Valutazione Sociale del caso in corso di validità;

-ISEE ORDINARIO del nucleo familiare in corso di validità non superiore a € 40.000,00

-In aggiunta, nel solo caso di disabili adulti e anziani non autosufficienti, anche:  ISEE RISTRETTO in corso di validità non superiore a  € 10.000,00 (se persone con disabilità) e non superiore a € 20.000,00 (se anziani non-autosufficienti over65).

Importante novità di quest’anno è il raddoppio della validità retroattiva della documentazione socio-sanitaria da allegare alla domanda che consente sostanzialmente a chi ha già fatto domanda lo scorso anno, di poter riutilizzare la stessa documentazione. A differenza dal passato, dunque, si considerano ‘in corso di validità’ anche PAI e Schede di valutazione sociale del caso rilasciati in data non superiore a 720 gg. antecedenti la data di presentazione on-line dell’istanza di accesso al ‘Buono servizio’ o, in alternativa, PAI il cui periodo di efficacia sia giunto a scadenza in data non superiore a 360 gg. antecedenti rispetto alla data di presentazione on-line dell’istanza di accesso.

La domande possono essere presentate esclusivamente on-line sulla piattaforma telematica dedicata, all’indirizzo http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/Catalogo2020 – alla voce “Buoni Servizio 2020”, seguendo le istruzioni dell’apposito MANUALE.

MINO BORRACCINO

Consigliere del Presidente della Regione

per l’attuazione del Piano per Taranto.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button