Rimodulazione delle deleghe di giunta: Stimola vicesindaco. In Consiglio comunale approvati regolamenti, tariffe, bilancio

Rimodulazione delle deleghe di giunta: Stimola vicesindaco. In Consiglio comunale approvati regolamenti, tariffe, bilancio
Designati anche i consiglieri della fondazione “Pomarici Santomasi”

Nuova fisionomia della giunta comunale e l’approvazione di punti fondamentali. Questo l’esito della seduta di consiglio svoltasi nella giornata di Venerdì 16 Luglio e conclusasi con l’approvazione dei quattordici punti all’ordine del giorno, tra i quali il “Regolamento per l’affidamento di beni confiscati alla criminalità organizzata” che disciplina le modalità, i criteri e le condizioni per la concessione in uso a terzi di beni immobili confiscati alla criminalità organizzata; le modifiche e integrazioni al Regolamento per la disciplina della tassa sui rifiuti, unitamente all’approvazione delle tariffe TARI per l’anno 2021; il Documento Unico di programmazione (DUP) per il prossimo triennio; la verifica quantitativa e qualitativa delle aree da destinarsi alla residenza ed alle attività produttive.

Durante i lavori dell’assise inoltre, il sindaco Alesio Valente ha annunciato la rimodulazione della giunta, attraverso la ridefinizione delle deleghe assessorili. Confermata una nomina al femminile per la carica di vicesindaco, con un passaggio di testimone tra Maria Nicola Matera e Claudia Stimola, delegata pure agli Affari legali e atti relativi, Protezione civile, Politiche di genere, Piani sociali di zona, Politiche per l’inclusione Sociale, Politiche giovanili, Politiche per la salute, Fondi europei, Scuola, Istruzione e Mensa Scolastica, Cultura. Paolo Calculli sarà titolare dei Rapporti con il Consiglio Comunale, Finanze e Tributi comunali, Materie relative al personale, all’ordinamento e all’organizzazione degli uffici, Politiche per la valorizzazione delle peculiarità dell’offerta turistica gravinese, Patrimonio e decoro urbano e Politiche per la trasparenza.

Maria Nicola Matera conserva le deleghe a Bilancio e Programmazione, Conservazione e valorizzazione del Ponte Acquedotto, Promozione sport e Tempo libero, Polizia Municipale, acquisendo i Servizi Demografici, Relazioni di cooperazione con il territorio circostante, Sportello Informagiovani, Politiche per il Governo del Territorio e Urbanistica. Felice Lafabiana resta delegato alle Politiche per il rilancio del settore agricolo, Verde pubblico e Parchi, con l’inclusione di Conservazione Antichi Mestieri, Archivio Storico, Rapporti con Arca Puglia Centrale, Agenzia Regionale per la casa e l’abitare. Mattia Aldo Dibattista continuerà ad occuparsi di Lavori Pubblici, Efficientamento energetico, ed Ambiente, con nuovi indirizzi al Bosco Difesa Grande, Fiera e PAES. Giuseppe Laico, curerà Lotta al randagismo e Tutela degli animali, Promozione del settore agroalimentare, Segnaletica, Politiche per lo sviluppo e l’innovazione delle attività produttive, Artigianato e valorizzazione zona artigianale. Anna Gramegna sovrintende invece alle deleghe di Igiene Urbana, Politiche del Lavoro, Rimozione barriere architettoniche, Borghi Rurali, Politiche della Mobilità, Trasporto Pubblico Locale, Giovani e Università, Politiche per il Commercio e ancora i Rapporti con Enti Sovracomunali. “Mi fido ciecamente della mia giunta – ha commentato il primo cittadino che si è riservato le materie concernenti le Grandi opere, Rigenerazione urbana e qualità della vita – e la riorganizzazione delle deleghe derivante è il segnale trasparente di un nuovo e più ampio dialogo con i consiglieri di maggioranza”.

Ultimo punto in votazione, la nomina dei membri facenti parte del consiglio di amministrazione della Fondazione “Ettore Pomarici Santomasi”. I nuovi componenti nominati con apposita votazione dall’assise municipale sono Mario Burdi, Cocco Cornacchia e Michele Amendolara. Quarto consigliere, su indicazione diretta del sindaco, Pino Navedoro.

Gli auguri di buon lavoro,  a nome dell’ associazione 3P presieduta da Franco Nacucchi,  per la nomina a Vice Sindaco dell’ Avv. Claudia Stimola e ai Componenti del Consiglio della Fondazione Pomarici Santomasi, Dott. Mario Burdi, Avv. Cocco Cornacchia, Michele Amendolara, Pino Navedoro.


Redazione

Redazione