Home Cronaca Le aziende cinesi e italiane sono sempre più vicine

Le aziende cinesi e italiane sono sempre più vicine

Siglata la collaborazione storica fra Sida Group Advisory e la città di Hangzhou nel Quiantang District. 

Mirco Carloni Vice Presidente Regione Marche: “Accordo strategico e fondamentale per lo sviluppo della regione Marche”. 

Ambiente e sostenibilità al centro delle politiche di sviluppo, Paolo Baldoni CEO di Garbage Group invitato ad intervenire alla cerimonia con un suo contributo 

Con 15 università e 56.000 laureati l’anno Il Governo provinciale ha il compito e l’obiettivo di creare un cluster di produzione intelligente di livello mondiale. Dall’inizio dell’anno 2021 sono stati approvati 3.580 nuovi progetti di investimento straniero per un ammontare di 43 miliardi di dollari

ANCONA  – È stato siglato il 15 luglio il nuovo accordo quadro di collaborazione fra Sida Group, Sida Group Advisory e la città di Hangzhou nel Quiantang District.

Ad apporre le firme a questo accordo storico che lega sempre più il sistema Paese al colosso economico mondiale sono stati: Flavio Guidi Presidente Sida Group, Ms. Zhou Xiaoyan Presidente Sida Group Advisory e i rappresentanti della città di Hangzhou nel Quiantang District. “Ancona e le Marche sono da oggi sempre più al centro delle politiche di sviluppo e internazionalizzazione verso la Cina – ha dichiarato Flavio Guidi Presidente Sida Group – con tutta una serie di progetti fortemente orientati all’innovazione e sostenibilità.

Oggi si apre un capitolo tutto nuovo nel mondo della consulenza strategica che sarà di grande soddisfazione nel prossimo futuro per imprese, professionisti e istituzioni. Un processo, quello dei rapporti di business fra Italia e Cina, che personalmente ho avviato nel 1989 ed oggi, dopo tanta lavoro, vede il suo compimento assoluto.

La Cina è un Paese con elevata cultura e molto pragmatica, oggi è la più grande nazione al mondo ed essere integrati con questa realtà economica costituisce la più importante opportunità di crescita del nostro territorio”.

Un grande progetto di sviluppo che verte sulla nuova area tecnologica e industriale della città di Hangzhou il Quiantang District, un distretto moderno e futuribile che mira a sviluppare cultura, conoscenze, tecnologia e business per le due economie per dar vita ad una collaborazione duratura.

L’area, d’altronde, è destinata a diventare l’eccellenza per la Cina come centro per lo sviluppo informatico, biotecnologico, tessile e delle telecomunicazioni. Con ben 15 università e 56.000 laureati l’anno Il Governo provinciale di Zheijiang ha il compito e l’obbiettivo di creare un cluster di produzione intelligente di livello mondiale.

Dall’inizio dell’anno 2021 sono stati approvati 3.580 nuovi progetti di investimento straniero per un ammontare di 43 miliardi di dollari.

“L’esigenza di potenziamento tecnologico delle energie rinnovabili e della produzione di smart technology, entrambi vettori che convergono verso un’economia a sistema di vita sempre più sostenibile – ha rimarcato Ms. Zhou Xiaoyan Presidente Sida Group Advisory – sono fra i principali asset su cui questa collaborazione punterà.  La provincia dello Zhenjiang è attualmente quella più attraente del mercato cinese con settori strategici in fortissima crescita come quelli IT, ambiente, sanità, turismo, moda, servizi finanziari e beni di lusso”.

“Promuovere la cooperazione internazionale nei settori industriali, commerciali e finanziari – ha dichiarato Mirco Carloni Vice Presidente della Regione Marche – è una priorità per la nostra strategia di sviluppo economico. Per questo motivo oggi abbiamo partecipato alla firma di un protocollo di collaborazione tra Sida Advisory e la provincia di Hangzhou, tra le più fiorenti e innovative di tutta la Cina, per creare nuove opportunità alle aziende marchigiane”. 

Elemento centrale dell’accodo la sostenibilità ambientale ed a tal proposito anche Paolo Baldoni CEO di Garbage Group, azienda leader nel settore del disinquinamento a mare e padre putativo del battello ecologico di classe Pelikan è intervenuto ufficialmente alla cerimonia.

“È stato un onore essere invitato ed aver potuto portare il mio contributo ufficiale a questa storico evento – ha dichiarato Paolo Baldoni CEO di Garbage Group – un segnale tangibile della voglia e dell’impegno di una grande nazione come la Cina nel mettere a sistema soluzioni fattibili per combattere l’inquinamento dei mari e dei corsi fluviali da un nemico comune di tutto il pianeta: i rifiuti plastici abbandonati in mare.

Oggi, tutti insieme, con un grande alleato come il Paese del Dragone, abbiamo gettato le basi per costruire un percorso condiviso e arginare definitivamente questa terribile piaga”.

Sida Group Advisory

Sin dal 1989 Flavio Guidi avvia lo sviluppo delle relazioni con la Cina che hanno poi portato Sida Group ad essere tra le prime realtà consulenziale in Cina.

Sono state costruite relazioni con presenza di rappresentanti a Pechino, Shangai, Hangzhou, Tianjin, Shenzhen, Kaifeng, Xi’an, Wuhan, Chongqing, Hong Kong, Sanya, Hanoi, Ho Chi Minh e Taipei.  Una partnership con Kelmer, società inglese, la trova presente nelle città di Manila, Kuala Lumpur, Bangkok, Melbourne, Singapore, Dubai, Miami, Dublino e Londra. 

Da anni la Sida opera in modo integrato con i paesi Balcani come Romania, Ungheria, Slovenia, Croazia, Macedonia e tanti altri.  Con il più grosso gruppo cinese in Italia, Huaxia Group capitanata da Ms. Zhou Xiaoyan, ha dato vita ad una nuova società, la Sida Group Advisory. Il capitale di controllo è misto.

Da questa partnership societaria andrà a svilupparsi l’attività di servizi relativa all’internazionalizzazione che comprende anche l’attività di M&A, l’attività finanziaria, l’attività di recruiting di strutturazione e ristrutturazione aziendale nonché l’assistenza scouting e di marketing. 

Sida Group Advisory rappresenta un grosso strumento per il sostegno delle aziende nei processi d’internazionalizzazione e crescita. Nata ad Ancona, oggi è presente anche a Milano e Roma.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui