Cronaca

Fra Massimo Fusarelli nuovo Ministro Generale dei Francescani

di Claudio Gentile

Fra Massimo Giovanni Fusarelli è il nuovo Ministro Generale dell’ordine francescano per il sessennio 2021-2027 e 121° successore di San Francesco.

Ad eleggerlo lo scorso 13 luglio i confratelli riuniti a Roma per il Capitolo Generale dell’Ordine presso il Collegio Internazionale San Lorenzo da Brindisi alla presenza del Cardinale brasiliano Joao Braz da Aviz, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le società di vita apostolica.

Fra Massimo, che succede a Fra Michael Anthony Perry, è nato a Roma il 30 marzo 1963. Il 28 luglio 1982 ha vestito per la prima volta il saio francescano ed il 30 luglio 1983 ha emesso la professione dei voti temporanei. Ha professato i voti solenni di obbedienza, povertà e castità l’8 gennaio 1989.

Il 30 settembre 1989 è stato ordinato sacerdote.

Dopo aver svolto il periodo di noviziato, ha frequentato i corsi filosofici e teologici presso il Pontificio Ateneo Antonianum, conseguendo il baccalaureato in Teologia nel 1988 e, successivamente, la licenza ed il dottorato in Teologia patristica presso l’Istituto Patristico Agostinianum nel 1992.

Tra il 1991 ed il 1996 ha insegnato teologia patristica presso l’Istituto di Scienze Religiose annesso all’Antonianum e dal 1990 al 1999 è stato animatore della pastorale vocazionale e giovanile. Successivamente, e fino al 2003, è stato formatore dei frati di professione temporanea, definitore provinciale e moderatore provinciale e nazionale della formazione permanente.

Dal 2003 al 2009 ha ricoperto l’incarico di Segretario Generale dell’Ordine francescano per la formazione e gli studi.

Tra il 2016 ed il 2017 ha vissuto ad Amatrice e dal 2017 al 2020 è stato Parroco e guardiano della parrocchia romana di San Francesco a Ripa. Dal luglio 2020 è Ministro provinciale della Provincia di San Bonaventura di Lazio e Abruzzo.

Al nuovo Ministro Generale il Papa ha subito inviato un messaggio di auguri “affinchè il Signore la assista e la custodisca nello svolgimento del suo servizio”. “Il serafico padre San Francesco – continua il Papa nel messaggio – Le sia di incoraggiamento nella guida dei suoi frati”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button