Azzurri al Quirinale e a Palazzo Chigi. Il saluto del tifoso Mattarella

Azzurri al Quirinale e a Palazzo Chigi. Il saluto del tifoso Mattarella

Roma ha voluto tributare il suo abbraccio alla Nazionale di Roberto Mancini campione d’Europa. Al Quirinale Bonucci e Chiellini i “detentori” materiali della Coppa non l’hanno lasciata un attimo.

E anche il presidente della Repubblica, nel suo ingresso nei giardini si è intrattenuto con loro. Poi due parole con Mancini, il ricordo di Vialli, le considerazioni da tifoso e competente di calcio, e le congratulazioni con lo sport italiano che sta per partire per Tokyo dove si disputeranno le Olimpiadi.

Il presidente della Figc Gravina e quello della Federtennis Binaghi hanno omaggiato Mattarella. Consegnata la maglia numero 10 firmata da tutti i giocatori azzurri.

Un omaggio anche dalla Federtennis per il presidente della Repubblica per una cerimonia durata in tutto 30′ ma di una enorme intensità.

“Non sono un commentatore sportivo, ma ieri sera avete meritato di vincere ben al di là dei rigori, complimenti”. Così il capo dello Stato, Sergio Mattarella, ricevendo al Quirinale la Nazionale di calcio campione d’Europa e Matteo Berrettini, finalista del torneo di tennis a Wimbledon.  “Questo non è giorno di discorsi ma di applausi e ringraziamenti.

Complimenti! Ieri sera avete meritato di vincere ben al di là dei rigori perchè avete avuto due pesanti handicap: giocare in casa degli avversari in uno stadio come Wembley e il gol a freddo che avrebbe messo in ginocchio chiunque. Siete stati accompagnati e circondati dall’affetto degli italiani e li avete ricambiati rendendo onore allo sport.

Così come ha fatto Matteo Berrettini.

Arrivare alla finale di Wimbledon ma la rimonta del primo set equivale a una vittoria”, ha detto il presidente della Repubblica.

Il capo dello Stato ha continuato: “Non avete soltanto cercato di vincere.

Avete vinto, esprimendo un magnifico gioco. A questo ha reso onore allo sport e ha fatto divertite innanzitutto voi ma anche tutti quelli che vi guardavano, e non soltanto in Italia. Avete manifestato il legame comune che vi ha unito in tutto questo lungo percorso e non solo in queste partite. Avete manifestato l’armonia di squadra tra voi e il gioco.

Questo ha reso il senso dello sport. Complimenti anche per questo”.

Dopo l’incontro al Quirinale gli azzurri si sono recati a palazzo Chigi dove sono stati accolti dal presidente del Consiglio Mario Draghi.


Redazione

Redazione