Transumanesimo: Germania e UK collaborano nella ricerca sul “potenziamento umano”. Coinvolti anche altri stati europei. USA e Canada già al lavoro

Transumanesimo: Germania e UK collaborano nella ricerca sul “potenziamento umano”. Coinvolti anche altri stati europei. USA e Canada già al lavoro

 

Il Centro per lo sviluppo, i concetti e la dottrina inglese (DCDC) ha lavorato in collaborazione con l’Ufficio tedesco della Bundeswehr per la pianificazione della difesa per comprendere le implicazioni future del potenziamento degli esseri umani (HA), ponendo le basi per una ricerca e uno sviluppo più dettagliati sulla difesa.

Il progetto incorpora la ricerca di specialisti della difesa tedeschi, svedesi, finlandesi e britannici per capire come le tecnologie emergenti come l’ingegneria genetica, la bioinformatica e la possibilità di interfacce cervello-computer potrebbero influenzare il futuro della società, della sicurezza e della difesa.

Le sfide etiche, morali e legali sono complesse e devono essere considerate a fondo, ma l’HA potrebbe segnalare l’arrivo di una nuova era di vantaggio strategico con possibili implicazioni in tutto lo spettro di sviluppo della forza.

Human Augmentation – Die Verbindung von Mensch und Maschine

Le tecnologie HA offrono un ampio senso di opportunità per oggi e per il futuro.

Potenziamento Umano by Detoxed Info on Scribd

Esistono tecnologie mature che potrebbero essere integrate oggi con considerazioni politiche gestibili, come la nutrizione personalizzata, i dispositivi indossabili e gli esoscheletri. Ci sono altre tecnologie in futuro con promesse di un potenziale maggiore come l’ingegneria genetica e le interfacce cervello-computer. Le implicazioni etiche, morali e legali dell’HA sono difficili da prevedere, ma l’impegno tempestivo e regolare con questi problemi è alla base del successo.

L’HA diventerà sempre più rilevante in futuro perché è l’agente legante tra le abilità uniche degli esseri umani e delle macchine.

I vincitori delle guerre future non saranno quelli con la tecnologia più avanzata, ma quelli che possono integrare nel modo più efficace le abilità uniche sia dell’uomo che della macchina.

Il crescente significato del lavoro di squadra uomo-macchina è già ampiamente riconosciuto, ma finora è stato discusso da una prospettiva incentrata sulla tecnologia. Questo progetto HA rappresenta la parte mancante del puzzle.

Dichiarazione di non responsabilità

Il contenuto di questa pubblicazione non rappresenta la politica o la strategia ufficiale del governo del Regno Unito o del Ministero della Difesa del Regno Unito (MOD). Inoltre, l’analisi ei risultati non rappresentano la politica o la strategia ufficiale dei paesi che contribuiscono al progetto.

Tuttavia, rappresenta il punto di vista del Centro per lo sviluppo, i concetti e la dottrina (DCDC), un dipartimento all’interno del MOD del Regno Unito, e l’Ufficio della Bundeswehr per la pianificazione della difesa (BODP), un dipartimento all’interno del Ministero federale della difesa tedesco. Si basa sulla combinazione delle conoscenze attuali e della saggezza di esperti in materia con valutazioni di potenziali progressi nelle tecnologie 30 anni dopo a sostegno di deliberazioni e deduzioni per i futuri esseri umani e la società. Pubblicato il 13 maggio 2021

GOV.UK


Nel frattempo, come avevamo documentato in precedenza, in Canada già si parla di fusione uomo-macchina.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha qualcosa di simile in corso, ma non si rivolge alla popolazione generale nelle presentazioni. “DoD” sta andando nella stessa direzione da decenni.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *