Diritti & Lavoro Il diritto al lavoro legato al reddito familiare?

Il diritto al lavoro legato al reddito familiare?

lavoro

l lavoro è un diritto sancito dalla Costituzione. La Costituzione non dice che lavorare dipende dal reddito familiare.

La regione Campania, invece, sottomette il diritto al lavoro ad alcuni requisiti che a mio parere sono molto discutibili.

Vi allego le foto che ho fatto alla schermata del sito della Regione Magazine Lavoro, ove c’è un annuncio di Avviamento a Selezione che trovo allucinante.

Il diritto a questo lavoro di addetto ai servizi generali per l’Università Federico II di Napoli dipende da:

1) Modello ISEE
2) esperienza lavorativa pregressa nella stessa Università. Quindi, se
hai lavorato altrove e hai esperienza non vale.
3) un familiare disabile fiscalmente a carico. Quindi, se il disabile sei tu non vale.
4) c’è una riserva del 30% dei posti di lavoro disponibili per militari volontari congedati.

Giovanna Galasso

Dal sito della Regione

Per l’avviamento a selezione ai sensi dell’articolo 16 legge 56/87 presso Università di Napoli Federico II finalizzata all’assunzione di 10 unità di personale, tempo indeterminato-tempo pieno, categoria B, posizione economica B1, “Area Servizi Generale e Tecnici” del CCNL Comparto Università del 16.10.2008 per esigenze delle strutture dell’Università degli Studi di Napoli.

Alla domanda di partecipazione dovrà essere allegata la seguente documentazione.

  • Attestazione ISEE in corso di validità (completa di tutte le sue pagine) afferenti i redditi del nucleo familiare del candidato. La mancata presentazione comporterà la decurtazione di 25 punti ai fini della graduatoria ai sensi dell’art.25 c.8 allegato Delibera regionale 2104/2004;
  • Certificato di servizio attestante esperienze lavorative con la stessa qualifica o equivalente presso la Pubblica Amministrazione:
  • Certificazione di invalidità per i componenti il nucleo familiare fiscalmente a carico con una percentuale di disabilità superiore al 66%;
  • Certificazione, rilasciata dagli organi militari competenti, relativa alla riserva del 30% prevista dall’art.1014 del DGLS 66/2010

Redazione Corriere Nazionale

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

Articolo precedentePoesia. ‘Pane e…Quotidiano’
Articolo successivoCovid: in Italia 679 nuovi casi e 42 decessi, il tasso di positività 0,3%

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui