Puglia – 4 milioni a fondo perduto per gli ambulanti

Puglia – 4 milioni a fondo perduto per gli ambulanti

Cons. Borraccino, Emergenza Covid-19: dalla Regione ulteriori 4 milioni di euro di contributi a fondo perduto per gli ambulanti

Gli ambulanti sono stati soggetti a forti limitazioni in seguito ai divieti imposti dalla normativa nazionale e regionale per contrastare l’epidemia Covid-19.

Per  favorire la ripartenza di queste attività economiche il Presidente della Regione, Michele Emiliano, l’assessore al ramo Delli Noci  hanno messo in campo una misura straordinaria.

Obiettivo sono i 15.480 operatori del commercio pugliesi  su aree pubbliche, che abbiano subito un calo del fatturato di oltre il 50% rispetto al 2019, appartenenti alle seguenti categorie:

codici ATECO 47.8 e nello specifico

47.81 (47.81.01 47.81.02 – 47.81.03 – 47.81.09), 47.82 ( 47.82.01 – 47.82.02), 47.89 (47.89.01 – 47.89.02 – 47.89.03 – 47.89.04 – 47.89.05 – 47.89.09),

codici 56.10 e, nello specifico, (56.10.41 – 56.10.42) – che nell’anno 2020 abbiano registrato un calo di fatturato di oltre il 50%  rispetto all’anno 2019.

La dotazione finanziaria è di 4 milioni di euro ed il bando è a sportello.

Le risorse finanziarie saranno ripartire e assegnate ai Comuni pugliesi

Saranno loro gestori della procedura, in proporzione al numero delle attività economiche con i codici ATECO sopra richiamati, aventi sede legale nel singolo Comune.

Le Camere di Commercio hanno già comunicato i numeri dei potenziali beneficiari che sono per la provincia di Taranto 1214 attività ambulanti,

per la  CCIAA di Bari n. 5322,

per la CCIAA di Lecce n. 5688,

per la CCIAA di Foggia  n. 1694,

per la CCIAA di Brindisi n. 1562.

Per favorire la celerità e la semplificazione delle procedure di erogazione dei contributi economici agli aventi diritto la Regione Puglia ha approvato uno schema di Convenzione da sottoscrivere con ANCI Puglia e Camere di Commercio pugliesi;

oltre ad uno schema di bando per l’accesso al contributo a fondo perduto destinato agli ambulanti.

Le domande di contributo dovranno essere inviate esclusivamente per via telematica, con Spid,  oppure tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS) con PIN dispositivo, attraverso la piattaforma RESTART (https://restart.infocamere.it), le cui modalità di accesso e di utilizzo saranno rese disponibili a breve sul sito internet delle Camere di Commercio competenti.

I contributi previsti nel bando sono cumulabili con altre agevolazioni pubbliche.

Un altro buon segnale  in favore di lavoratori del nostro territorio!

Mino Borraccino

Consigliere del Presidente della Regione Puglia

Per l’attuazione del Piano Taranto

Redazione Corriere Nazionale

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *