Home Cultura & Società Poesia. ‘Pane e…Quotidiano’

Poesia. ‘Pane e…Quotidiano’

Quotidiano

Gentili amici della poesia, vi comunichiamo che nei mesi estivi la rubrica Pane e Quotidiano avrà cadenza settimanale. L’appuntamento è ogni mercoledì.

Augurandovi buona estate vi invitiamo a continuare a respirare poesia!

La Redazione

^^^

Il 25 giugno 1943, nasce a Milano, da genitori napoletani, Roberto Vecchioni.

Nel 1968 si laurea in Lettere alla Cattolica di Milano. Per trent’anni insegna  greco e latino nei licei classici.

La sua attività nel mondo musicale inizia molto presto, negli anni ’60, quando comincia a scrivere canzoni per artisti affermati.

Il successo di pubblico arriva nel 1977 con l’album “Samarcanda” al quale seguiranno “Robinson” (1980).

Ha composto oltre 25 album superando i 6 milioni e mezzo di copie vendute.

Nel 1974 vince con “Il re non si diverte” il premio della critica discografica italiana per il migliore disco dell’anno.

Nel 2004-2005 è stato docente del corso di “Forme di poesia per musica” presso l’Università di Teramo.

Ha tenuto un corso di lezioni dal tema:

“Testi letterari in musica” all’Università di Pavia – presso la quale insegna dall’anno accademico 2006/2007 – ed un corso di lezioni:

“Laboratorio di Scrittura e Cultura della Comunicazione” presso l’Università “La Sapienza” di Roma.

Nel 2007 esce il disco “Di rabbia e di stelle” e nel 2009 il live “In Cantus”.

Sogna, ragazzo, sogna 

E ti diranno parole rosse come il sangue
Nere come la notte
Ma non è vero, ragazzo
Che la ragione sta sempre col più forte
Io conosco poeti
Che spostano i fiumi con il pensiero
E naviganti infiniti
Che sanno parlare con il cielo
Chiudi gli occhi, ragazzo
E credi solo a quel che vedi dentro
Stringi i pugni, ragazzo
Non lasciargliela vinta neanche un momento
Copri l’amore, ragazzo
Ma non nasconderlo sotto il mantello
A volte passa qualcuno
A volte c’è qualcuno che deve vederlo

Sogna, ragazzo, sogna
Quando sale il vento
Nelle vie del cuore
Quando un uomo vive
Per le sue parole
O non vive più

Sogna, ragazzo, sogna
Non lasciarlo solo contro questo mondo
Non lasciarlo andare sogna fino in fondo
Fallo pure tu

Sogna, ragazzo, sogna
Quando cade il vento ma non è finita
Quando muore un uomo per la stessa vita
Che sognavi tu

Sogna, ragazzo, sogna
Non cambiare un verso della tua canzone
Non lasciare un treno fermo alla stazione
Non fermarti tu […]

Redazione Corriere Nazionale

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui