La Terra ha “immagazzinato” il doppio di calore in 15 anni, sostiene la Nasa

La Terra ha “immagazzinato” il doppio di calore in 15 anni, sostiene la Nasa

Il fenomeno è alla base dell’aumento delle temperature degli oceani, con effetti catastrofici sulla natura. Il calore è raddoppiato nel periodo tra il 2005 e il 2019

© Nasa/AFP – Una foto della Terra dallo spazio: in giallo-arancione il metano presente nell’atmosfera

L’atmosfera terrestre ha immagazzinato una quantità “senza precedenti” di calore, che è raddoppiata in quasi quindici anni. Questo fenomeno è alla base dell’aumento delle temperature degli oceani, con effetti catastrofici sulla natura. E’ quanto sostiene la Nasa in uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Geophysical Research Letters.

“Andamento allarmante”

“L’andamento è allarmante”, ha commentato il ricercatore Norman Loeb, che ha diretto gli studi. Gli scienziati hanno utilizzato i dati provenienti dai satelliti, che hanno misurato il cambiamento nella temperatura atmosferica. Un altro indicatore registra l’aumento delle emissioni di metano e anidride carbonica. Tutti questi cambiamenti hanno portato a conseguenze sulla Terra, come lo scioglimento dei ghiacci e l’aumento della presenza di vapore acqueo, elementi che influiscono ulteriormente sull’innalzamento delle temperature.

Calore daddoppiato tra il 2015 e il 2019

Il calore ‘intrappolato’ nell’atmosfera è raddoppiato nel periodo che va dal 2005 al 2019. Quello appena trascorso, secondo la Nasa, è stato il sesto mese di maggio più caldo della storia, con una media di 0,81 gradi superiore rispetto alla media dei mesi di maggio del ventesimo secolo. agi

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *