Approvato Bilancio 2020 di “Kyma Mobilità – Amat”

Approvato Bilancio 2020 di “Kyma Mobilità – Amat”

Si è svolta a Palazzo di Città l’Assemblea nel corso della quale è stato approvato il Bilancio d’Esercizio 2020 di “Kyma Mobilità Amat Spa”, la società partecipata al 100% dal Comune di Taranto.

Sono intervenuti l’Assessore alle Società partecipate, Paolo Castronovi, in rappresentanza del Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, mentre per “Kyma Mobilità Amat Spa” erano presenti la Presidente Giorgia Gira, il Vicepresidente Francesco Scarinci, il componente CdA Anita Conversano, Marilena Passeretti, responsabile Area Contabilità e Bilancio, e la segretaria CdA funzionaria Tiziana Tursi, nonché Luca Vinciguerra e Francesco Causarano, rispettivamente Presidente e componente del Collegio sindacale.

Per “Kyma Mobilità Amat Spa” hanno altresì partecipato all’assemblea in videoconferenza il Direttore generale ff Pietro Carallo e la componente del Collegio sindacale Monica Bruno.

L’Assemblea si è aperta con l’intervento del Presidente Giorgia Gira che ha evidenziato come il Bilancio d’esercizio 2020 si sia chiuso con un utile di 136.460 euro, confermando così un trend che da otto anni vede il bilancio di Kyma Mobilità Amat chiudersi in positivo.

È un risultato conseguito in quello che, a causa della pandemia, è stato un ”annus horribilis” per tutto il trasporto pubblico locale, tanto da indurre il Governo ad accordare particolari agevolazioni alle aziende del settore.

«È stato possibile ottenere questo risultato – ha spiegato il presidente Giorgia Gira – soprattutto grazie al personale che si è confermato come il principale patrimonio di Kyma Mobilità, dimostrando un encomiabile senso di appartenenza che ha permesso di superare tutte le problematiche create dalla pandemia. Donne e uomini di Kyma Mobilità hanno mostrato nell’occasione uno straordinario senso di responsabilità rispettando tutte le prescrizioni anti Covid-19 adottate dall’azienda che, infatti, ha registrato tra il personale pochissimi casi di contagio, peraltro prontamente isolati, che non hanno leso l’operatività del servizio».

È stato il Direttore Pietro Carallo a illustrare il bilancio sottolineando che le restrizioni per limitare il contagio nel primo anno di pandemia, hanno determinato una drastica riduzione dei ricavi del servizio degli autobus, con i mezzi viaggianti al 50% della capacità e tantissimi utenti a casa in smart working o in DAD, e dei ricavi dei parcheggi nelle strisce blu il cui pagamento è stato sospeso per quattro mesi.

A questo si aggiungono i costi per l’acquisto di DPI, come mascherine e gel igienizzante, per la sanificazione dei locali e dei mezzi e le predisposizioni anti Covid-19 a bordo degli autobus, costati all’azienda circa 300.000 euro!

Note positive dal servizio idrovie che, con le due motonavi Clodia e Adria, nel 2020 ha confermato il trend in crescita, un importante contributo al programma dell’Amministrazione Melucci per una mobilità alternativa e sostenibile, nonché un attrattore turistico con le sue suggestive escursioni serali.

Il 2020 ha visto Kyma Mobilità impegnata nel percorso per predisporsi alla creazione della holding “Kyma” in cui confluiranno le tre società partecipate, nonché nel programma di “smaterializzazione” dei servizi dell’azienda con l’utilizzo del “cloud”, la nuova App “Kyma Amat”, il potenziamento del sito aziendale e l’implementazione delle linee degli autobus su “Google transit”.

Più in generale nel 2020 Kyma Mobilità ha realizzato una serie di programmi per migliorare il servizio a favore dei cittadini, ponendosi così con un atteggiamento ancora più propositivo nei confronti del mercato del trasporto pubblico locale.

Alcuni di questi programmi sono già concretizzati, come l’entrata in servizio di 24 nuovi autobus ibridi a gennaio, altri lo saranno a breve, come l’inaugurazione dell’area camper in via Mascherpa e il servizio AVM destinato nei prossimi mesi a cambiare la percezione stessa del trasporto pubblico locale a Taranto e, conseguentemente, l’immagine aziendale.

Approvando il Bilancio d’esercizio l’Assessore alle Società partecipate, Paolo Castronovi, ha avuto parole di elogio per il management di “Kyma Mobilità Amat Spa” che è riuscito brillantemente a gestire e superare il primo anno di pandemia che, riducendo significativamente gli introiti, ha colpito tutto il trasporto pubblico locale. L’Assessore Paolo Castronovi ha voluto poi rivolgere il ringraziamento dell’Amministrazione Melucci a tutto il personale di Kyma Mobilità che ogni giorno fornisce ai tarantini servizi essenziali.

In ultimo l’Assessore Paolo Castronovi ha annunciato che, prima di procedere al rinnovo per il triennio 2021-2023 del Consiglio di Amministrazione di Amat SpA, scaduto ex lege con l’approvazione di questo bilancio, il Comune di Taranto ha bisogno di operare una ulteriore pausa di riflessione.

Redazione Corriere Nazionale

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *