Diritti & Lavoro

Lettera aperta al sig. Sindaco di Palagiano sui Pini di via per Torre S. Domenico

L’ordinanza della Polizia Locale di Palagiano (Taranto)  n° 56 del 30 maggio 2021 prevedeva la interruzione della viabilità su via per Torre San Domenico dal 3 all’11 giugno per consentire l’abbattimento dei 13 pini.

Il termine è decorso e i lavori di abbattimento non sono stati eseguiti. Non abbiamo certezze documentali, ma da informazioni informali che giungono da più parti, sembrerebbe che tali lavori siano stati rinviati a settembre.

Se così davvero dovesse essere, ne prendiamo atto con piacere ed esprimiamo la nostra gratitudine agli Organi amministrativi e tecnici del Comune di Palagiano per la decisione assunta.

Gratitudine e ringraziamenti anche a nome dei tanti uccelli che abitano e in questo periodo nidificano su quegli alberi.

D’altra parte, le Associazioni ambientaliste e noi stessi avevamo segnalato come potature e/o abbattimenti di alberi siano vietati dalla normativa europea e nazionale in tutto il periodo di nidificazione degli uccelli.

Ciò riconosciuto, vorremmo ora augurarci che questi 80 giorni possano servire per una più serena e approfondita valutazione anche di quanto da noi proposto, con spirito sempre costruttivo, e che qui ci permettiamo ricordare:

 siamo assolutamente d’accordo con la necessità di rigenerazione della via per Torre San Domenico;

 apprezziamo la realizzazione del primo tratto di pista ciclabile su tale arteria, anche se sarebbe auspicabile una diversa e più sicura dislocazione;

 in ogni caso riteniamo che tanto la rigenerazione, quanto la realizzazione della pista ciclabile possano essere rese compatibili con la sopravvivenza dei pini la cui importanza e i cui benefici sono ben noti a tutti;

 la sopravvivenza dei pini è tanto più plausibile alla luce della perizia redatta a nostre spese dal dott. Romeo Galiano (messa a disposizione di codesta Amministrazione) e da quanto da Lei stesso affermato nel corso del Consiglio Comunale del 26 maggio scorso;

 siamo per la prioritaria tutela della pubblica e privata incolumità, ove ci fossero reali pericoli, e per questo crediamo che la perizia del dott. Galiano, con le schede redatte per ciascun albero e le indicazioni degli interventi necessari per alcuni di essi, possa essere un utile contributo per le attività successive.

Riteniamo, pertanto, che oggi più di ieri vi siano tutte le condizioni per valutare la necessità e l’utilità di rendere compatibile il progetto di rigenerazione urbana predisposto dall’Amministrazione Comunale con la sopravvivenza dei pini, mediante l’adozione di una variante in corso d’opera che risparmi l’abbattimento dei pini e utilizzi le relative somme per operare i necessari interventi di cura degli alberi e mettere in sicurezza le radici.

Firmato Preneste Anzolin – Rosanna Pettoruto – Damiano Lisi / Osservatorio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button