Alessandra Gallone (FI): sentenza spartiacque, avviare processo di transizione ecologica

Alessandra Gallone (FI): sentenza spartiacque, avviare processo di transizione ecologica

Alessandra Gallone : “La sentenza della Corte d’Assise che oggi ha inflitto dure condanne e disposto la confisca dell’impianto ex Ilva di Taranto stabilisce che per decenni l’attività della fabbrica ha provocato enormi danni ambientali.

Alessandra Gallone “Al di là della vicenda giudiziaria che ovviamente si concluderà definitivamente con la sentenza della Cassazione, è bene sottolineare che da qui bisogna partire per avviare quel processo di
transizione ecologica che permetterà all’acciaieria di Taranto di continuare a produrre nel rispetto dell’ambiente, della natura e dei cittadini.”

Alessandra Gallone: “Questa sentenza segna uno spartiacque”.

Ora è tempo di usare risorse adeguate per avviare la decarbonizzazione, così come previsto dal Pnrr, e per trasformare la fabbrica in una struttura che fa del rispetto dell’ambiente una priorità.

Bisogna garantire il futuro dello stabilimento ex Ilva, un futuro dove finalmente si concilino
produzione e tutela ambientale, lavoro e rispetto della natura e delle vite umane.

Taranto e i suoi abitanti finora hanno pagato un prezzo troppo alto, costretti a scegliere tra occupazione e salute dei propri figli.

Da questo momento in poi la strada è finalmente segnata e porta verso un’economia ecocompatibile”.

Lo dichiara la vicepresidente dei senatori di Forza Italia, Alessandra Gallone, responsabile del
Dipartimento Ambiente del partito.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania


Redazione

Redazione