Bilancio di previsione, il No di “Pulsano Adesso”

Bilancio di previsione, il No di “Pulsano Adesso”

Bilancio di previsione Pulsano, il gruppo consiliare di opposizione “Pulsano Adesso” capitanato dal Consigliere comunale Angelo Di Lena contrario al bilancio di previsione finanziario 2021-2023 approvato dall’amministrazione Lupoli questa sera 27 Maggio:

Bilancio di previsione Pulsano “Persa un’altra occasione per dare al paese lo slancio di cui ha bisogno”

“Neppure per questo bilancio ci è stato richiesto un parere preventivo, è un documento privo di idee”

“C’è la tecnica, tutto quadra – dice Di Lena  – ma non la politica, la visione a lungo raggio di un paese e della sua Comunità.

Eppure le occasioni non mancano.

Non contesto la regolarità formale degli atti di cui non ho motivo di dubitare, ma le scelte politiche sottese agli atti programmatori e previsionali”.

“La predisposizione del Dup prima e l’approvazione del bilancio di previsione ora – continua – sono uno degli atti politici più importanti con il quale si prevede la programmazione per l’utilizzo delle risorse pubbliche.

Ci ritroviamo a discutere un bilancio di previsione privo di idee, lontano da novità, un mero documento compilativo.

E’ un bilancio di previsione che rappresenta perfettamente le difficoltà dell’amministrazione e della sua guida politica, evanescente, incapace ed assolutamente priva di un progetto di sviluppo complessivo per il paese, andando a generare una forte accelerazione del processo involutivo di Pulsano ”.

“Neppure per questo bilancio ci è stato richiesto un parere preventivo sull’utilizzo di spazi finanziari.

Anche per questo motivo che non sono stati presentati numerosi emendamenti, ma solo uno in ritardo che è stato rigettato per questioni tempistiche, e che comunque sarà riproposto – spiega Di Lena

– Non sono stati fatti per mancanza di proposte, di idee o di spirito collaborativo, ma perché un bilancio senza un confronto con chi rappresenta una grandissima parte dei cittadini, risulta un bilancio vuoto nei contenuti e nelle idee.

Nei bilanci si deve leggere la politica perché tutto nella vita è politica e qui non troviamo nulla, non troviamo nelle spese di investimento previste per il 2021/ 2023.

Nulla per cercare di arginare la continua chiusura di piccole attività commerciali in tutto il paese, una volta fiore all’occhiello di tutta la Provincia.

Nulla  per la ristrutturazione delle strade (tranne quelle scelte dalla giunta.

Di Lena sottolinea dai banchi della minoranza : “Dalle somme impegnate per LL.PP negli anni scorsi 2019/2020, rapportate a lavori eseguiti è evidente l’incapacità dell’Ente di tradurre in opere gli stanziamenti effettuati.

A fronte di numerosi finanziamenti risultano effettuati pochissimi lavori , pari ad una percentuale bassissima.

Dall’analisi di contesto emerge che il problema più rilevante a Pulsano sia dato in particolare dalla perdita costante di residenti con un saldo anche negativo tra nascite e decessi  molto preoccupante”.

“Inoltre – prosegue Di Lena – è evidente che non si stanno affrontando con la dovuta programmazione alcuni problemi legati soprattutto al completamento di alcuni lavori iniziati e non finiti da parecchi anni, come la biblioteca agricola integrata, alcuni tratti di strada e soprattutto il porta a porta che privo di piano economico finanziario sta creando molti problemi .

Le ragioni principali che inducono il gruppo consigliare “ Pulsano Adesso ” capeggiato dal Consigliere comunale Angelo Di Lena

Esprimere un voto contrario all’approvazione del bilancio principalmente alla “mancata programmazione di obiettivi e azioni più specifiche da perseguire con lo stanziamento di risorse per la pulizia costante delle strade, della pista ciclabile, per la risoluzione dell’annoso problema dell’illuminazione pubblica che salta al primo temporale e per l’annoso problema dei piccioni in molte zone del paese ”.

“In questi mesi negli atti di questa amministrazione troviamo opere (approvate in fretta e furia) l’ennesima presa in giro per i cittadini.

In questi anni sarebbe stato positivo aver istituito una commissione cittadina per l’audit, o almeno proporre degli incontri, riunioni possibili e previste dalla legge, una sorta di ‘consulte di quartiere.

sia nel paese che nelle frazioni, dove si poteva ragguagliare la minoranza sulle scelte e le linee guida intraprese, un confronto circa l’impostazione del bilancio e le sue declinazioni nei vari capitoli, invece nulla”.

“Il mio voto è dunque contrario – afferma Angelo Di Lena –  a fronte degli ultimi anni di amministrazione del sindaco e della sua giunta.

Alla mancanza di trasparenza e partecipazione che ha profondamente caratterizzato l’intero mandato.

Allo stile ed ai metodi di governo che li ha contraddistinti, per la mancanza di risposte rispetto a domande ricorrenti.

E come direbbe qualcuno questa esperienza amministrativa/politica è iniziata male nel 2018 e sta finendo  peggio”.

“Tante sono le sfide che si prospettano all’orizzonte – conclude Di Lena  – Spiace constatare che con queste scelte, a mio avviso, sia stata persa un’altra occasione per dare a Pulsano  lo slancio di cui ha bisogno”.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania


Redazione

Redazione