Ospedale San Cataldo di Taranto, Di Gregorio chiede audizione

Ospedale San Cataldo di Taranto, Di Gregorio chiede audizione

Ospedale San Cataldo, Di Gregorio (pd) chiede audizione urgente con Lopalco, Piemontese e Montanaro

Un’audizione urgente in Commissione Sanità sulla prosecuzione dei lavori del nuovo ospedale San Cataldo di Taranto.

È quanto chiede il consigliere regionale Vincenzo Di Gregorio (Pd), vicepresidente della stessa commissione.

Di Gregorio sollecita un confronto con gli assessori alla Sanità e al Bilancio Pierluigi Lopalco e Raffaele Piemontese

Inoltre confronto con Vito Montanaro direttore del Dipartimento Salute della Regione Vito Montanaro; con il direttore generale dell’Asl Taranto Stefano Rossi; con Paolo Moschettini dell’Area Gestione Tecnica dell’Asl.

“Nei giorni scorsi ho effettuato un sopralluogo sul cantiere – spiega il consigliere regionale – ed ho constatato personalmente il pieno rispetto del cronoprogramma.

Siamo in una fase, però, in cui occorre individuare con certezza iter procedurali, tempi di realizzazione e risorse finanziarie per l’acquisizione delle apparecchiature elettromedicali, degli arredi, delle attrezzature necessarie per garantire il funzionamento del nuovo ospedale. Complessivamente parliamo di una spesa di circa 120 milioni di euro”.

“I lavori procedono a pieno regime ed i tempi di consegna dovrebbero essere rispettati – aggiunge Di Gregorio – per questo è importante che la costruzione dell’ospedale e le procedure per attrezzature ed arredi, procedano in parallelo, senza stop and go che ritarderebbero l’entrata in funzione del San Cataldo”.

“Taranto ha urgente bisogno di questa nuova struttura – conclude l’esponente Pd – ha necessità urgente di colmare il gap in termini di posti letto.

Il nuovo ospedale va ultimato nei tempi previsti e deve essere subito dotato delle apparecchiature necessarie a garantire adeguati livelli di assistenza sanitaria alle popolazioni ioniche”.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *