Cronaca

Al via “transizioni”, progetto di ricerca fotografica sul territorio

Giovedì 27 maggio, alle ore 18,30, primo appuntamento dell’articolato progetto fotografico promosso da alcune associazioni pugliesi  

Domani, giovedì 27 maggio, alle 18:30, in diretta FB sulla pagina @transizioni.art, ci sarà il primo degli appuntamenti del progetto “Transizioni. Indagini sul territorio e sulle trasformazioni del paesaggio”.

Si parte con un dialogo su “Nature” (tema di questa prima edizione del progetto) tra due intellettuali di primissimo piano: Stefano Munarin (urbanista) e il grande fotografo Guido Guidi. A moderare l’incontro e sollecitare gli ospiti, il giornalista Luca Fiore (“Il foglio”, “Tracce”, “Klat”).

Guido Guidi è considerato uno dei più importanti fotografi italiani. Pioniere della nuova fotografia paesaggio, il suo lavoro sviluppa discorsi visivi volti a indagare il significato stesso della pratica del guardare.

Indirizza la propria ricerca artistica sugli spazi marginali e antispettacolari del paesaggio Italiano, registrandoli nelle lastre dalla macchina grande formato 20×25. A partire dal 1980 viene chiamato a partecipare a progetti di ricerca sulla trasformazione della città e del territorio, fra cui l’Archivio dello Spazio della Provincia di Milano (1991), le indagini sull’edilizia pubblica dell’Ina-Casa (1999) e quelle per Atlante Italiano 003 (a cura della Direzione Generale per l’Architettura e l’Arte Contemporanea – DARC, 2003). Dal 1989 ha insegnato storia e tecnica della fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Ravenna.

Fra il 1993 e il 1996 documenta la nuova urbanizzazione sviluppatasi dopo la caduta del Muro di Berlino in un libro dal titolo In Between Cities. I suoi lavori sono stati esposti in tutto il mondo (da New York a Parigi, dalla Biennale di Venezia al Fotomuseum di Winterthur).

Ha insegnato presso lo Iuav di Venezia, il Politecnico di Milano, l’Università di Venezia, Lecce, Bari e alla Cattolica di Milano.Stefano Munarin è professore di Urbanistica all’Università Iuav di Venezia. Ha lavorato alla redazione di vari piani e progetti urbanistici e, oltre a numerosi saggi, ha scritto Tracce di città (Franco Angeli, 2001) e Welfare Space (List, 2014).

“TRANSIZIONI” (realizzato nell’ambito del Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo della Regione Puglia e con la Direzione artistica di Stefania Rössl e Massimo Sordi dell’Osservatorio OMNE di Castelfranco Veneto) è promosso dalle associazioni pugliesi “Argentovivo”, “FAC”, “LAB – Laboratorio di Fotografia di Architettura e Paesaggio”, in collaborazione con “OMNE – Osservatorio Mobile del Nord Est”, con il sostegno della Regione Puglia (Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo), Polo Biblio-Museale di Lecce, Comune di Lecce, Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento, e COMMED I A srl.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button