Un campo di calcio, per onorare la memoria del compianto Professor Paolo Pinto. L’iniziativa dell’I.P.E.O.A.”Michele Lecce”

Un campo di calcio, per onorare la memoria del compianto Professor Paolo Pinto. L’iniziativa dell’I.P.E.O.A.”Michele Lecce”

SAN GIOVANNI ROTONDO – L’iniziativa svoltasi nella mattinata di ieri, lunedì 24 maggio alle ore 10:30 , presso l’I.P.E.O.A.  “ Michele Lecce”, Istituto Alberghiero, presupponeva l’inaugurazione di un campo di calcetto di ultima generazione, ubicato presso la sede di San Giovanni Rotondo.

“E’ giusto mantenere vivo il ricordo di chi ha operato con tanta dedizione, con tanto amore e professionalità, a favore degli studenti di varie generazioni,” ha dichiarato il Professor Luigi Talienti, Dirigente Scolastico della sopracitata comunità educante, “ ed è per questo che abbiamo pensato, su impulso dell’intera comunità, di dedicare il campo di calcio, nel rispetto della normativa vigente, durante la cerimonia svoltasi, alla memoria del Professor Paolo Pinto. Risorsa professionale e dalle immense doti umane, che abbiamo avuto modo di conoscere in un’iniziativa di beneficenza. La manifestazione si è svolta alla presenza delle massime autorità locali.

Ma, soprattutto. Ci hanno onorato, con la loro presenza, le massime rappresentanze del mondo dello sport del Foggia Calcio. Tra le altre, erano presenti Elio Di Toro, Michelino Pazienza, Di Giovanni ed il capitano storico del club rossonero: Giovanni Pirazzini. Oltre a Marcello Iannacone, atleta e professore dalle indiscusse doti umani e professionali, operante sul territorio ed artefice del miracolo calcistico del San Marco. E’ stata disputata una partita tra due rappresentative studentesche delle due sedi scolastiche: quella di Manfredonia e quella di San Giovanni Rotondo.

Al termine della gara, gli alunni hanno offerto un banchetto a base di prelibate degustazioni. Nel massimo rispetto, ovviamente, del protocollo anti/ Covid. Infatti, ha avuto accesso all’evento, solo una piccola rappresentanza della popolazione scolastica. Ovviamente, avrebbero voluto prendervi tutti parte, per ricordare il collega scomparso. Che, da oggi, indiscutibilmente, diventa presenza indelebile. Perché, ogni volta che i ragazzi entreranno in quel campo, ricorderanno il loro professore. Tutto si è svolto per il meglio.

Un ringraziamento particolare per la buona realizzazione dell’evento, è doveroso rivolgerlo al DSGA, agli Assistenti Amministrativi, Assistenti Tecnici e Collaboratori Scolastici.

Questi ultimi, inoltre, garantiscono l’igienizzazione, la sanificazione e l’ordine quotidiano all’interno della scuola. Un ringraziamento speciale va rivolto ad Antonio Vigilante, memoria di questa comunità, che ha contribuito a farmi conoscere queste persone virtuose. Il futuro, infatti, si costruisce soltanto attraverso gli esempi virtuosi del passato.

Ho provato un’emozione fortissima nell’aver rivisto gli alunni a scuola, nel corso di quest’iniziativa che, in qualche modo, ha rappresentato un ritorno ad una sana presenza. Perché, la scuola è fatta di abbracci, di strette di mano, di pacche sulle spalle, di studio, dedizione e passione.”

Giulia Rita D’Onofrio.


Redazione

Redazione