Riaperture in Puglia: ritorno alla libertà

Riaperture in Puglia: ritorno alla libertà

Nella giornata di ieri 19 maggio, gli avanzamenti verso maggiori riaperture in Puglia si fanno avanti. Dopo un ritorno nazionale in zona gialla, l’ultimo miglio sembra vicino, e il settore lavorativo riprende ad avere speranza.

Secondo il Decreto-legge n.65 del 18 maggio 2021, la Regione Puglia provvede a definire le nuove normative inerenti alle riaperture e all’allentamento delle restrizioni. Il coprifuoco si riduce di un’ora con inizio alle 23:00, fattore di non minima rilevanza per le attività commerciali che avvertono un ritorno alla normalità. Ma chiariamo insieme con precisione i nuovi dettagli che ci interessano dalla giornata del 19 maggio:

19 maggio – Consentita circolazione dalle 5 alle 23.

22 maggio – Apertura degli esercizi commerciali all’interno di mercati e centri commerciali anche nei giorni festivi e prefestivi.

24 maggio – Apertura delle palestre.

1° giugno – Consentite le attività di ristorazione con consumo al tavolo anche al chiuso fino all’ora di chiusura. Consentita la presenza all’aperto di pubblico agli eventi e alle competizioni sportive.

7 giugno – Consentita la circolazione dalle 5 alle 24.

15 giugno – Consentiti feste e ricevimenti successivi a cerimonie civili o religiose anche al chiuso; i partecipanti devono avere la Certificazione verde Covid-19. Apertura di parchi tematici e di divertimento.

1° luglio – Apertura delle piscine in impianti coperti e dei centri benessere. Consentita la presenza di pubblico al chiuso negli eventi e nelle competizioni sportive. Apertura di sale giochi, sale scommesse, sale bingo, casinò, centri culturali, sociali e ricreativi. I corsi di formazione possono svolgersi anche in presenza.

Le campagne vaccinali hanno dato uno slancio verso una sicurezza maggiore per la tutela della salute dell’individuo, ciò ha portato alla possibilità di fare un passo avanti verso la riapertura generale – ma graduale – delle varie attività. Ora speriamo solo in una ripresa definitiva, con un solo ricordo lontano di questa esperienza pandemica e storica di cui siamo stati protagonisti.


Francesca Leoci

Francesca Leoci