Principale Arte, Cultura & Società Formazione & Scuola Grottaglie (Taranto) – Al Liceo Moscati Gero Grassi per “Moro vive”. Il...

Grottaglie (Taranto) – Al Liceo Moscati Gero Grassi per “Moro vive”. Il commento dello studente Giovanni Lonoce

Riceviamo e pubblichiamo il resoconto dello studente Giovanni Lonoce, diciottenne, membro della Consulta studentesca della 4B tecnologico del Liceo Moscati, che oggi ha ospitato l’onorevole Gero Grassi nel mese dell’uccisione di Aldo Moro, “un figlio della Puglia”. Colui che ha segnato la nostra storia e toccato Taranto e il sud con ricordo eterno.

Dopo il saluto della Dirigente scolastica Anna Sturino, l’onorevole Grassi ha dialogato con gli studenti grazie ad un progetto portato avanti con successo dai prof. Dino Castelli, capo dipartimento di lettere e Grazia Messene, docente di diritto.

“Si è svolto questa mattina l’incontro tra l’onorevole Gero Grassi e gli alunni del Liceo Moscati di Grottaglie. Il tema del l’incontro, ‘Moro Vive’, ha suscitato notevole interesse da parte degli studenti. Interesse sottolineato dalla presenza degli stessi in presenza, accompagnati dai loro rappresentanti in carica alla Consulta degli studenti di Taranto Lonoce Giovanni Pio, diciottenne e Francesco Lupo, diciassettenne.

L’incontro è iniziato alle ore 10,00 circa presso il plesso liceale di Piazza Regina Margherita. Questo evento è stato caratterizzato da un dialogo tra gli studenti e l’onorevole, completato dai saluti a nome della CPS di Taranto fatti da Lonoce. Diversi sono stati i temi trattati e attiva è stata la presenza della rappresentanza studentesca, seppur ridotta.

Risuonano con notevole autorevolezza le parole di Grassi che ricorda l’importanza della lungimiranza della scuola nell’educazione del cittadino, soprattutto quando si sottolineano temi e situazioni dei giorni nostri, affinché l’alunno sia preparato sia sulla storia antica sia su quella contemporanea.

Insiste poi sulla differenza fra le due espressioni “Moro è morto” e “Moro è stato ucciso” proprio per spiegare l’importanza di questa figura istituzionale per lo sviluppo dell’Italia e della stessa “Europa dei popoli”: secondo lui, l’evoluzione del bel paese termina con l’assassinio dell’ex presidente del consiglio.

Queste le parole di Lonoce subito dopo l’incontro:“Credo fortemente in una politica con a base l’etica e non la convenienza”, continua poi dicendo:“Moro è una figura di riferimento per me, in quanto appassionato, e per tutti i ragazzi, ancor di più per quelli pugliesi. Aldo Moro è stato un uomo giusto e onesto. La sua fine è una grave piaga per la storia della nostra Repubblica”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.