A quanto previsto dalla Sezione Turismo, il Comune di Carovigno riceve la qualifica di “Comune ad economia prevalentemente turistica” per i

Un paese arricchito da tante meraviglie raggiunge con fierezza l’iscrizione nell’elenco regionale come “Comune ad economia prevalentemente turistica e Città d’arte”, grazie all’Assessore al Turismo Massimo Bray e al Dipartimento del Turismo, economia della cultura e valorizzazione del Territorio.

In una regione fortemente nota come Leader del Turismo, Carovigno riprende possesso della degna valorizzazione che le spetta. Dall’ultimo calcolo dei dati ISTAT sul Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi del 2019, abbiamo ben 7.953 posti letto per 265 strutture nel tratto che comprende Lamaforca fino a Torre Guaceto. In riferimento agli edifici di importanza storica, il Castello Dentice di Frasso insieme agli eventi culturali/tradizionali fanno di Carovigno un comune di forte attrattiva turistica.

I riconoscimenti di Carovigno

Anche per l’anno 2021 la costa carovignese riceve il riconoscimento della Bandiera Blu confermando la qualità delle località marine. Inoltre si attesta la rappresentanza maggiore della Riserva Naturale di Torre Guaceto che ricade realmente per il 70% nel territorio di Carovigno.

Da troppo tempo le bellezze del Comune di Carovigno sono state trascurate e lasciate in secondo rilievo, anche quelle di grande notorietà su tutto il territorio italiano. La lunga sfida con la Lega Brindisi, che tentava di sottrarre la rappresentatività di Torre Guaceto dal territorio carovignese, ha finalmente raggiunto la vittoria. Possedere una ricchezza così grande significa molto per gli abitanti del paese, assieme a tutta una vastità marina bramata dai turisti.


Francesca Leoci

Francesca Leoci