Home Diritti & Lavoro Una Fondazione per formare la classe politica giovanile: sì in seconda commissione...

Una Fondazione per formare la classe politica giovanile: sì in seconda commissione alla pdl

Una scuola politica per formare gli amministratori locali pugliesi del futuro: è l’obiettivo di una proposta di legge, approvata a maggioranza dalla seconda commissione (affari generali) del Consiglio regionale, presieduta da Antonio Tutolo.

L’iniziativa legislativa, primo firmatario il consigliere Giuseppe Tupputi – con i colleghi Leoci e Lopane – punta a migliorare la qualità amministrativa dei Comuni e a potenziare il coordinamento tra gli enti istituzionali.

Una Fondazione avrà come finalità la formazione politica e istituzionale dei giovani consiglieri regionali e amministratori delle autonomie locali, tra i 18 e i 40 anni.

Il Consiglio regionale sarà socio fondatore e potranno partecipare associazioni rappresentative degli enti locali e altri soggetti individuati dallo statuto.

La complessità socioeconomica crescente in cui operano le pubbliche amministrazioni rende utile definire percorsi di formazione politico-amministrativa, per qualificare sempre più l’impegno della classe politica nelle Istituzioni e far crescere le capacità di analisi e di governo degli eletti negli enti locali.

Con un’opportuna formazione, i giovani amministratori possono diventare risorse per l’innovazione nella gestione pubblica, orientandola verso obiettivi di lungo termine.

Affrontate in una successiva audizione le difficoltà della Provincia di Foggia ad esercitare per carenza di personale le funzioni di vigilanza ambientale.

Il presidente Nicola Gatta ha chiesto alla Regione il distacco di una parte degli agenti del Corpo della polizia provinciale, trasferiti dall’agosto 2016 alla Regione dopo la legge Del Rio. Un ampio territorio, con alcune importanti prerogative ambientali ma anche situazioni di emergenza, è privo di risorse umane da impegnare nel controllo e nella vigilanza.

L’Assessorato regionale si è detto disponibile ad incontrare la Provincia, attivando un tavolo tecnico per definire nel dettaglio le modalità di una collaborazione.

Ha chiesto inoltre provvedimenti ed atti notificati ufficialmente alla Regione. Nel 2016, tutto il personale della polizia provinciale è stato dichiarato soprannumerario dalla provincia di Foggia.

Al momento 9 unità sono impegnate dalla Regione nel territorio foggiano e 2 distaccate negli uffici giudiziari. Al controllo dei parchi ed aree protette nazionali provvedono i Carabinieri Forestali.

In materia di rifiuti il contrasto all’abbandono è affidato con convezioni alle Forze dell’Ordine. (fel)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui