La Polizia locale di Altamura fa il punto della situazione  sul fenomeno abbandono rifiuti

La Polizia locale di Altamura fa il punto della situazione  sul fenomeno abbandono rifiuti

Il Comandante Ten. Col. Michele Maiullari elenca i risultati

Giovanni Mercadante

Sul fenomeno dell’abbandono dei rifiuti alla periferia e sulla Murgia, la Polizia locale è sul piede di guerra. Insomma, è  guerra dichiarata contro gli sporcaccioni che insozzano il territorio con il loro spregiudicato comportamento. 

Il Comandante Ten. Col. Michele Maiullari lo fa sapere con un comunicato stampa dal titolo significativo: Murgia libera dai rifiuti. 

Con un’imponente operazione di controllo del territorio, sia urbano che extraurbano, protrattasi per 4 mesi utilizzando fototrappole di ultima generazione, con appostamenti ed un’intensa attività info-investigativa di carattere tributario presso uffici comunali sono stati individuati oltre 50 soggetti, di cui alcuni provenienti da città limitrofe, che coi loro scriteriati abbandoni continui nelle periferie di Altamura ove si concentrano maggiormente gli ammassi di rifiuti di ogni genere (cassette di polistirolo, scarti di edilizia, plastica e fibre di amianto) stanno irrimediabilmente deturpando uno degli angoli più belli della Puglia, la nostra Murgia.

E i risultati non si sono fatti attendere: contestate 50 violazioni di illecito amministrativo alle vigenti normative in ambito ambientale igienico-sanitario (Regolamenti comunali e Testo Unico Ambientale), alcune delle quali in corso di notifica, con verbali salatissimi di €. 600 e il consequenziale obbligo di bonificare i siti inquinati se non vorranno incorrere in ulteriori guai con la magistratura poiché l’inottemperanza al provvedimento del Sindaco comporta la denuncia penale così come accaduto nel recento passato ad alcuni soggetti deferiti, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria: tra poco inizierà il processo a loro carico.

Emblematico il caso di alcuni soggetti di Bisceglie beccati nella zona di via Ruvo, all’interno del Parco Nazionale della Murgia, nell’atto di sversare rifiuti, ma l’intervento repentino della Polizia Locale di Altamura ha evitato l’ennesimo sversamento in una zona fortemente compromessa. Multati e obbligati a pulire.

Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi per verificare se sono riconducibili agli stessi individui altri episodi simili verificatisi nel recente passato. Continuerà il monitoraggio di altri siti decisamente inquinati.

Continueremo perennemente a monitorare il territorio – ha riferito soddisfatto dei risultati dell’operazione il dr. Michele Maiullari, Comandante della Polizia Locale di Altamura– utilizzando, a breve, ulteriori fototrappole che ci verranno consegnate dall’Ager Agenzia Territoriale Puglia nonché il drone per individuare altri soggetti responsabili dello scempio ambientale”.

La massiccia operazione di controllo denominata “Free Waste Murgia” che ha visto impegnati costantemente gli uomini della Sezione specialistica Controllo del Territorio guidata dal Comm. Capo Angelo Tragni è stata illustrata dal dirigente dr. Maiullari e dalla Sindaca Rosa Melodia nel corso dell’assise comunale del 30 aprile avvenuta in videoconferenza.


Redazione

Redazione