Senza lavoro non possiamo festeggiare il 1° maggio

Senza lavoro non possiamo festeggiare il 1° maggio

Egr. Direttore,

oggi nella nostra bella Italia per colpa anche della pandemia non possiamo più immaginare uno sviluppo come quello che abbiamo sperimentato negli anni  passati : nell’industria , nelle piccole e medie imprese e non abbiamo nemmeno un modello alternativo.

Non sappiamo se riusciremo a mantenere i livelli di welfare che conosciamo, se continueremo a investire nella ricerca, nei trasporti, nella sanità, nel turismo, nella scuola, se diventeremo una società intelligente e inclusiva, capace di produrre occupazione in questo periodo di crisi. Quello che ci manca è  un governo, che sia in grado di fare una politica occupazionale  seria e vera  e  conoscere bene l’attuale sistema socioeconomico della nostra Nazione e visitare tutte le nostre  Regioni dal nord al sud per conoscere la realtà di tutto il territorio.

Questa è la sfida che il Governo Draghi deve affrontare subito, ci vuole lavoro per costruire il futuro dei nostri giovani  nella nostra bella Italia. Non potete più giocare sulla pelle di chi ha perso il posto di lavoro ed ha chiuso la sua azienda e non riesce a mantenere la propria famiglia. I cittadini  non vogliono essere presi  più in giro, cari signori prendetevi le vostre responsabilità e cercate di  risolvere il problema del lavoro, aiutate i giovani e le famiglie e così potremo festeggiare il 1° maggio festa dei lavoratori!

Cav. Antonio Guarnieri


Redazione

Redazione