Rapporti di coppia e finanze: mentire sul conto corrente è peggio che tradire

Rapporti di coppia e finanze: mentire sul conto corrente è peggio che tradire
Se nella concezione più moderna il matrimonio è visto come il culmine della felicità dopo aver trovato la propria anima gemella, i benefici pratici dell’accordo matrimoniale tutt’oggi non sono di certo trascurabili.
Al di là dell’iniziale legame romantico che unisce due persone per la vita, un “buon” matrimonio è ancora visto come una condizione positiva per la stabilità finanziaria, o almeno in teoria: dai vantaggi fiscali, ai risparmi su sanità e assicurazioni, alla possibilità sempre più frequente di un reddito a doppia entrata, pronto a fronteggiare i costi crescenti per il mantenimento dei figli.

I benefici intrinseci dell’avere finanze comuni, tuttavia, dipendono in gran parte dalla trasparenza.

Infatti avere dei segreti o mentire sui soldi – fenomeno noto come “infedeltà finanziaria” – può essere motivo di rottura anche per la più compatibile delle coppie.
Ashley Madison, una delle maggiori piattaforme per incontri extraconiugali, ha intervistato sull’argomento i suoi iscritti ed è emerso che più della metà delle persone che tradisce (ben il 52%) crede che l’infedeltà finanziaria sia altrettanto negativa o perfino peggiore dell’infedeltà sessuale.
“Molte coppie oggi stanno affrontando maggiori pressioni finanziarie e incertezze, quindi la fiducia in ambito economico è un must secondo i nostri iscritti” – afferma Christoph Kraemer, Managing Director di Ashley Madison per l’Europa.
“Per la maggior parte delle persone che si rivolgono alla nostra piattaforma, il matrimonio è sempre meno una favola e sempre più un accordo pragmatico, in cui aspetti come il denaro giocano un ruolo fondamentale nella qualità della vita in famiglia. Se questo tipo di fiducia viene meno e le bugie sul bilancio familiare vengono a galla, ci sono conseguenze inevitabili”.
Secondo un’analisi sull’infedeltà finanziaria condotta dallo studio legale Albini,  che opera nel Diritto di Famiglia, il 60% dei coniugi nasconde soldi al partner, mente sul proprio stipendio o effettua acquisti segretamente o ha un conto corrente clandestino sconosciuto al coniuge. Sono, infatti, in considerevole aumento il numero delle coppie che divorziano o si separano a causa di una “infedeltà finanziaria del partner”, la quale viene vissuta come una mancanza di fiducia, un vero e proprio tradimento che nel 12% dei casi porterebbe alla separazione.
Secondo l’indagine di Ashley Madison, nonostante il 36% dei rispondenti abbia ammesso di aver tradito finanziariamente il proprio partner, il 27% degli utenti intervistati pensa che essere vittima di infedeltà finanziaria sia un’esperienza ancora più disonesta, umiliante e dolorosa di scoprire una relazione clandestina del partner, e il 31% afferma che porta alla rottura dell’equilibrio familiare molto più di quanto possa fare un love affaire fuori dal matrimonio.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania


Redazione

Redazione