Il peso di Dio (pillole del Vangelo di Pentecoste)

Il peso di Dio (pillole del Vangelo di Pentecoste)

“Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso.”   (Gv 16, 12)

Eh già, il giogo pesante preferisce portarlo Lui per tutti, e che peso… povero Gesù!

Perché aggiungere preoccupazioni sull’animo dei suoi amici, su cui grava già il peso della paura, e magari anche quello del senso di colpa? Perché turbarli ancora?

Quanto amore Gesù!

Lui ci vuole leggeri…e liberi…e felici. E ci dona lo Spirito Santo come compagno. Ospite dolce dell’anima.

Non aggiunge niente dal di fuori.. ma trasforma ciò che è dentro.

Non divide un popolo  dall’altro… parla la lingua di ciascuno.

Non logora l’uomo vecchio… gli dà il coraggio d’essere migliore.

Quanto può pesare questo amico?

Sulle spalle, niente. Ma dentro il cuore, ha il peso di Dio. Lo Spirito Santo è Dio!

…e divampa, fà la “rivoluzione”.

Accogliete il Suo soffio!

Marianna Giuliano


Redazione

Redazione