Bando Start 2021. Di Bari (M5S): “Una boccata d’ossigeno, ma non basta

Bando Start 2021. Di Bari (M5S): “Una boccata d’ossigeno, ma non basta
Chiesta audizione sulla riapertura in sicurezza dei teatri e degli spazi dedicati alla cultura”

“È prioritario mantenere alta l’attenzione sul tema dei sostegni agli operatori dello spettacolo. Oggi in Commissione Cultura l’assessore Bray e l’assessore Leo ci hanno confermato che dal 10 maggio sarà possibile accedere all’avviso pubblico Start 2021  e presentare domanda per un ristoro pari a 2000 euro. Potranno partecipare i titolari di P.Iva, i lavoratori con contratto di collaborazione continuativa e lavoratori occasionali anche con una singola prestazione per il 2020. Una boccata d’ossigeno per quegli operatori che non avevano i requisiti per accedere ai ristori previsti dal Governo, ma non basta: serve una riflessione per pensare a come far ripartire il settore in sicurezza”. Lo dichiara la capogruppo del M5S Grazia Di Bari, che ha annunciato il deposito di  una richiesta di audizione in Commissione Cultura sulle riaperture dei teatri e degli spazi dedicati alla cultura e sul sostegno economico agli operatori dello spettacolo.

“Serve riaprire in sicurezza  – continua Di Bari – e programmare le attività culturali in presenza. A differenza di altri settori, infatti, gli operatori dello spettacolo non hanno altre modalità di lavoro accettabili. Il pubblico presente è essenziale per produrre, organizzare e programmare eventi culturali. Quindi bisogna trovare delle soluzioni, anche perché è ancora presto per pensare di riaprire i teatri e gli altri spazi al chiuso con le stesse modalità pre-pandemia. Il virus continua a circolare ed è ancora necessario osservare le regole di distanziamento, nonostante il numero crescente di vaccinazioni. Continuerò il confronto e l’ascolto costante degli operatori, che ringrazio per le proposte e i suggerimenti che mi stanno dando. Devono sapere di non essere soli e che l’attenzione per le loro istanze è massima”.


Redazione

Redazione