Per le pecore, dò la mia vita (commento al vangelo della 4a Settimana del Tempo di Pasqua)

Per le pecore, dò la mia vita (commento al vangelo della 4a Settimana del Tempo di Pasqua)

E perché mai, un pastore dovrebbe arrivare a questo?

Non lo sa, forse, quel Pastore, che non è affatto facile essere una pecora al giorno d’oggi? Quanti dirupi, quante nuvole, quanti sentieri pieni di pericoli ci sono in questo mondo?

Non sarebbe stato più saggio, sacrificare qualche capro, davanti ai lupi, piuttosto che abbandonare tutto un gregge?

Eppure Lui ha scelto così!

Ha scelto di dare la vita, il buon Pastore. La sua, non quella delle sue pecore. Lo ha scelto sulla Croce, in quel Santo Venerdì, e continua a sceglierlo ogni giorno.

Continua a scegliere di morire, di farsi spezzare…come pane…sull’altare…per le sue pecore.

Continua a dare se stesso per loro. Anche se non sono perfette. Anche se dal loro squarcio di ovile, fanno ora il bello, ora il cattivo tempo.

Ed io, di questo Dio mi fido. A Lui mi affido.

.. E vorrei mettergli fra le mani tutti gli agnellini del mondo.

Buona Settimana, gregge del Signore!

Marianna Giuliano


Antonio Peragine

Antonio Peragine