Migranti. Nel 2020 aumentati gli sbarchi, 34mila contro gli 11mila del 2019

Migranti. Nel 2020 aumentati gli sbarchi, 34mila contro gli 11mila del 2019

ll 2020, l’anno segnato dallo scoppio della pandemia e dai lockdown, ha registrato un aumento degli arrivi via mare di migranti in Italia (34mila), dopo due anni di diminuzione (23mila nel 2018 e 11mila nel 2019). “Per molti migranti forzati la pandemia non è quindi il peggiore dei mali da affrontare. Violenze, dittature, profonde ingiustizie sociali ed economiche costringono quasi 80 milioni di persone nel mondo a mettersi in cammino verso un paese sicuro. Allo stesso tempo però sono diminuite le richieste d’asilo in Italia: 28mila (contro le 43.783 del 2019)”. Ad affermarlo, il Rapporto annuale del Centro Astalli per i Rifugiati.

“Nonostante numeri decisamente bassi di arrivi rispetto al recente passato il sistema di protezione fatica a rispondere efficacemente ai bisogni delle persone approdate nel 2020 o già presenti sul territorio. In un anno di accompagnamento dei migranti forzati, complice la pandemia, il Centro Astalli ha registrato un aumento degli ostacoli frapposti all’ottenimento di una protezione effettiva, un intensificarsi del disagio sociale e della marginalizzazione dei rifugiati”.

AgenPress


Redazione

Redazione