Home Diritti & Lavoro Lettere al Direttore. Ringraziamenti

Lettere al Direttore. Ringraziamenti

Riceviamo e pubblichiamo la nota al nostro direttore del Dr.Enzo Mariorana.

Egr Dr Peragine

sentiamo il dovere di ringraziarLa nel voler ospitare nei Suoi giornali on-line il nostro pensiero.

Apprezziamo profondamente la Sua posizione che La porta a intendere il Giornale come organo che ospita le diverse posizioni sociali e politiche

Solo mantenendosi equidistanti dalle ideologie politiche  è possibile fare una vera  informazione

Oggi assistiamo ad un superamento delle divisioni ideologiche perchè la difesa dei diritti è universale e non può essere  caratteristica di nessun partito.

Il nostro movimento “NUOVO SUD” vuole difendere i diritti dei meridionali da tempo trascurati e accoglie cittadini pur con diverse esperienze ma che abbiano a cuore la difesa della propria Dignità,dei propri Diritti e il futuro dei propri figli.

Ormai da troppo tempo ,noi meridionali,abbiamo dovuto subire discriminazioni che ci hanno portato al sottosviluppo,alla povertà ,alla grave carenza di infrastrutture e servizi,a una scadente sanità e a tanto altro.

Tutto ciò ha portato il Sud a non essere competitivo e di conseguenza le nostre imprese a non potersi sviluppare ,con conseguente alta disoccupazione e drammatica emigrazione in particolare di giovani laureati che hanno ulteriormente impoverito il nostro Territorio .

Tutte queste ingiustizie sono addirittura diventate legge dello Stato

Con la legge 42 del 2009 ,nota come legge sulla “Spesa Storica”voluta dalla Lega Nord , il Parlamento ha stabilito che le risorse pubbliche sarebbero state divise tra le Regioni ,non secondo la percentuale di popolazione ,ma secondo la spesa storica .

Per essere più chiari le Regioni che negli anni precedenti avessero speso di più avrebbero ricevuto di più e di meno le altre .

E’ evidente che le Regioni povere del Sud ,che avevano speso di meno sarebbero state penalizzate e sarebbero diventate più povere

Di fatto in valore assoluto la Sicilia e le Regioni meridionali hanno ricevuto 62 miliardi di euro in meno ogni anno rispetto alla percentuale di popolazione

Questa verità è stata ufficialmente ammessa dal dr Giannola ,presidente della Svimez che qualche mese fa ha affermato che il Sud dal 2000 al 2019 ha ricevuto 840 miliardi di euro in meno rispetto al centro -nord

E’ per questa consapevolezza che su iniziativa del Sindaco pugliese Davide Carlucci è nata l’Associazione dei Sindaci per il Recovery Sud ,con l’intento di difendere i propri cittadini dall’ennesimo  tentativo di ridurre le quote spettanti al Sud del fondo europeo,

Sindaci che finalmente si sono resi conto che le divisioni ideologiche li avrebbero indeboliti nell’opporsi ai “furti subiti”e che l’unico modo per difendere i propri Cittadini e quindi il Territorio sta nell’essere uniti in un progetto politico che difenda il Sud ,non contro i cittadini del nord,ma contro i potentati politici e economici del Nord

Noi meridionali stiamo lottando per ottenere il “diritto di cittadinanza “infatti non possiamo considerarci cittadini dello stesso Stato solo per abitare lo stesso Territorio ,se a questo non si associano una uniformità sociale e economica

Egr direttore quanto siamo lontani dalle idee di Don Sturzo che auspicava si un federalismo ma solidale in grado di sviluppare una giustizia sociale !

Nel ringraziarLa ancora

Enzo Maiorana
presidente di IDES Identità Siciliana
coordinatore del movimento per un Nuovo Sud

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui