Figliuolo, ‘in arrivo altri 7 milioni di vaccini pfizer’

Figliuolo, ‘in arrivo altri 7 milioni di vaccini pfizer’

‘Ho ricevuto una chiamata dal premier Draghi che mi ha comunicato l’arrivo per Europa in questo trimestre di 50 milioni di dosi Pfizer in piu’. Per l’Italia vuol dire oltre 670.000 dosi in piu’ ad aprile, 2 milioni e 150.000 dosi in piu’ a maggio e oltre 4 milioni di dosi in piu’ a giugno. Finalmente una bella notizia. Il piano va avanti cosi’ come l’avevo strutturato, per questo sono davvero contento’. Lo ha detto il commissario per anti Covid Figliuolo, in visita al Polo vaccinale di Aosta.

“Ho sentito il premier Draghi che mi ha comunicato l’arrivo per Europa in questo trimestre di 50 milioni di dosi Pfizer in più”, lo ha detto il generale Figliuolo durante la visita a Torino del centro vaccinale del Lingotto. “Per l’Italia -ha aggiunto – vuol dire oltre 670.000 dosi in più ad aprile, 2 milioni e 150.000 dosi in più a maggio e oltre 4 milioni di dosi in più a giugno. Finalmente una bella notizia. La percentuale italiana è del 13,4%. Il piano va avanti così come l’avevo strutturato, per questo sono davvero contento”. Il Commissario ha poi sottolineato che “dobbiamo continuare su questa strada. Dopo gli over 80, toccherà agli over 70 e poi gli altri. Con l’afflusso massiccio di dosi vaccinali riusciremo ad aprire alle classi produttive e il paese riapre e se ne esce più forte di prima”.

“Su Johnson & Johnson attendiamo fiduciosi la pronuncia dell’Ema e dell’Aifa. Rispetteremo le prescrizioni della comunità scientifica”, ha dichiarato Figliuolo. “Sono sicuro che la campagna vaccinale andra’ avanti, ed e’ importante che vada avanti bene, ma sono sicuro che se in fretta riusciremo a mettere in sicurezza” i soggetti fragili “potremo aprire quanto prima alle vaccinazioni per le categorie produttive”. Lo ha affermato il commissario all’emergenza.

“Sono sicuro che a fine mese raggiungeremo il target”, ha detto il generale Figliuolo. “Certamente – ha aggiunto – abbiamo avuto difficoltà, lo stop di AstraZeneca non ha giovato però mai nella storia dell’uomo si era riusciti a produrre in così poco tempo un vaccino contro una terribile pandemia ma soprattutto si è iniettato in pochissimo tempo decine di milioni di dosi di vaccini senza saperne l’esito se non quello sperimentale”.


Redazione

Redazione