Home Cronaca Cosa è possibile fare per le feste di Pasqua

Cosa è possibile fare per le feste di Pasqua

Dal giorno della vigilia fino a Pasquetta tutta l’Italia in zona rossa. Sì alla messa e a visite a parenti e amici ma con limitazioni. Per i viaggi all’estero obbligatori quarantena e tampone

© Maria Laura Antonelli / AGF
– controlli Polizia Stradale

AGI –  L’Italia diventa tutta zona rossa per i tre giorni delle feste di di Pasqua al fine di limitare gli spostamenti ed impedire assembramenti e contagi. Una Pasqua blindata dunque che scatterà il 3 aprile, giorno della vigilia per finire il 5, lunedì di Pasquetta.
Cosa sarà possibile fare il 3, 4 e 5 aprile? Il decreto legge del 12 marzo 2021 ha stabilito che la zona rossa entrerà in vigore su tutto il territorio nazionale ad eccezione delle area classificate in ‘zona bianca’.

Visite a parenti e amici

Dalla vigilia di Pasqua e per tutta la giornata di Pasquetta sarà possibile spostarsi per far visita ad amici e parenti verso “una sola abitazione privata e una volta sola al giorno”. Lo spostamento potrà avvenire solo nella stessa Regione e tra le ore 5 e le 22,  nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle conviventi e con la possibilità di portare anche “minori  di anni  14  o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale e persone  con  disabilità  o  non  autosufficienti conviventi”.

Spostamenti in auto

È possibile viaggiare in automobile anche con persone non conviventi, purché ci sia solo il guidatore nella parte anteriore della macchina e massimo due passeggeri sui sedili posteriori. Tutti all’interno dell’abitacolo hanno l’obbligo di indossare la mascherina. L’obbligo viene meno qualora la vettura sia dotata di un separatore fisico, tipo pexiglass, fra la fila anteriore e posteriore.

Seconde case

È sempre possibile raggiungere le seconde case, anche se si trovano in una regione o Provincia autonoma diversa da quella in cui si è residente.
Sono esclusi gli “affitti brevi” e la seconda casa “non deve essere abitata da persone non appartenenti al nucleo familiare e vi si può recare unicamente tale nucleo”. Attenzione però alle limitazioni previste dalle singole Regioni come la Valle d’Aosta che ha emesso un’ordinanza che vieta il trasferimento nelle seconde case e limitazioni imposte anche dalla Campania e dalla Sardegna.

Coprifuoco in vigore

Resta in vigore il coprifuoco tra le 22 e le 5, su tutto il territorio nazionale con la possibilità di sposarsi in questo orario solo con l’autocertificazione per motivi di necessità, di salute o di lavoro.

Visite a figli da parte di genitori separati

Sono consentiti gli spostamenti del genitore separato o divorziato per raggiungere i figli minori presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé. Questi spostamenti sono permessi anche  tra Regioni differenti.

Messa di Pasqua

Sarà possibile partecipare alla Messa di Pasqua nella Chiesa più vicina alla propria residenza. In zona rossa, infatti, le funzioni religiose con la partecipazione di persone si possono svolgere, purché nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo con le rispettive confessioni. La partecipazione dovrà svolgersi nel rispetto del distanziamento e con l’obbligo di indossare la mascherina.

Viaggi all’estero

I viaggi all’estero sono permessi perché non è vietato raggiungere un vicino aeroporto. Una recente ordinanza del ministro della Salute ha stabilito che fino a martedì 6 aprile 2021 chi parte per l’estero dovrà obbligatoriamente essere sottoposto ad un test Covid 19 prima dell’imbarco. Al rientro dalla vacanza all’estero si dovrà rispettare una quarantena di 5 giorni e sottoporsi ad un altro tampone al termine di questo periodo. Le disposizioni si applicano indipendentemente dalla meta di destinazione, anche per i Paesi dell’Unione  Europea.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui