Home Politica Puglia – Emiliano “pugliesi, autogestitevi”

Puglia – Emiliano “pugliesi, autogestitevi”

Alla vigilia della pubblicazione dei dati che monitorano settimanalmente la situazione nazionale, Michele Emiliano, governatore della Puglia, ha messo le mani avanti: “Noi in Pugliapurtroppo oggi abbiamo il record di contagi in assoluto, nonostante la zona rossa rafforzata, perché c’è ancora una intensità di rapporti umani”, ha affermato lo scorso 1 aprile, durante la trasmissione Timeline, in onda su Sky TG24.

“Peraltro, questa variante inglese ha un tempo così rapido di incubazione che il tracciamento è saltato completamente, non serve più a niente. Non riusciamo più a frenare, perché, nel tempo necessario a capire che c’è un innesco di un focolaio, il soggetto ha già contagiato una marea di altre persone”, ha aggiunto.

Parole pesantissime, che lasciano intendere che la situazione nella regione sia ormai fuori controllo.

In effetti, i dati emersi dal report settimanale pubblicato dall’I.S.S., sembrano confermare questa ipotesi.

Un altro report negativo per la Puglia

Anche questa settimana infatti, la Puglia risulta tra le regioni ad alto rischio per “molteplici allerte di resilienza“, in particolare per l’aumento dell’indicatore 2.1, che rivela l’incremento della percentuale di positività al tampone (24.9%, il più alto in Italia) e la diminuzione dell’indicatore 2.6 (82.2%), che segnala la mancanza di una rete efficace di tracciamento dei contatti dei soggetti accertati come positivi.

La combinazione di due fattori, come già detto, provoca una pressione maggiore sul sistema sanitario regionale.

Un allarme confermato anche dall’assessore alla Sanità della regione Puglia, l’epidemiologo Pierluigi Lopalco, che ha nuovamente invitato i pugliesi a rispettare le misure di sicurezza e prevenzione, stigmatizzando tutti quei comportamenti che violano di fatto le norme restrittive, imposte dalla zona rossa rafforzata.

“Evitiamo di affollare i luoghi pubblici, facciamo la spesa in orari non di punta, proteggiamo le persone non ancora immunizzate e evitiamo di farci gli auguri di Pasqua di persona”, aveva affermato pochi giorni fa Lopalco, ribadendo che “il virus cammina su chi si incontra, si saluta o si abbraccia e si propaga ad altissima velocità”.

Controlli quasi nulli e ancora troppa gente in giro

Tuttavia, sembra che gli appelli di vertici e autorità si scontrino con un muro d’indifferenza da parte della maggior parte dei pugliesi: sono numerosi, infatti, i cittadini in giro per negozi o per una passeggiata, complici il tempo mite e le festività pasquali in arrivo.

Tanti anche i bambini, molti dei quali senza mascherina per ragioni d’età, a spasso per i parchi e le ville comunali, nonostante i divieti e le chiusure ordinate dai sindaci.

A dispetto dei numeri elevatissimi, la paura del contagio sembra non scuotere più le coscienze civiche, in concomitanza della mancanza quasi totale di un sistema di controllo (e di relative sanzioni) efficace.

A tale proposito, lo stesso Emiliano ha pregato i pugliesi di non chiedere continuamente una maggior vigilanza “perché i controlli non sono in grado di farli o comunque non li vogliono fare. Vi prego di autogestirvi, di comprendere che anche solo andare a fare gli auguri a una persona cara può essere un atto che può determinare una catastrofe”.

Emiliano: ‘Evitate ogni occasione d’incontro durante queste feste’

La carenza di sorveglianza in una regione ormai allo stremo rafforza la sensazione di una situazione ormai allo sbando, dovuta anche e in gran parte alla mancanza di collaborazione attiva tra cittadinanza e vertici, in un continuo “scarica-barile” che, di fatto, sta peggiorando il quadro.

L’ultimo appello del governatore ai corregionali ammonisce, ancora una volta, ad evitare ogni occasione di incontro per le feste pasquali: “Le messe si possono seguire in TV, si possono fare per TV e per telefono tutti quelli adempimenti che è possibile fare di persona, evitatelo per favore, perché tanto nessuno è in grado di multarvi. Parliamoci chiaro, non pretendete dallo Stato ciò che voi stessi poi non siete in grado di fare da soli, facendo funzionare un po’ il cervello”.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui