Un sostegno alla ricerca e all’economia attraverso disintermediazione e territorialità

Un sostegno alla ricerca e all’economia attraverso disintermediazione e territorialità

European Crowdfunding festival junior 2.0 – 7,8,9 Giugno 2021

Intervista a Rosa Porro*

ideatrice e curatrice per l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro dell’European Crowdfunding Festival Junior 2.0 giunto alla sua seconda edizione.

* Referente Gruppo Territoriale Bari Associazione Italiana Fundraiser

D.ssa Porro perché un Festival del Crowdfunding ?

L’European Crowdfunding Festival 2.0, intende offrire un’occasione per un ampio confronto sulle potenzialità, nei diversi campi di applicazione, e sulle prospettive per il futuro del crowdfunding, in forza anche dello straordinario sviluppo avuto in occasione della crisi sanitaria e socio- economica conseguente alla pandemia di Covid19.

Quali obiettivi si propone L’European Crowdfunding Festival Junior 2.0 ?

Obiettivo dell’evento è quello di permettere a ricercatori, imprenditori, startuppers, progettisti e innovatori, in particolare del territorio, di avvicinarsi alla pratica del micro finanziamento dal basso e capirne le opportunità, i possibili sviluppi e i punti di criticità attraverso un confronto di esperienze ed idee anche alla luce degli eventi più recenti che hanno dato uno straordinario impulso al crowdfunding.

Quali temi propone il festival?

Fra i temi affrontati vi è la perenne difficoltà delle università – il cuore della ricerca pubblica – a trovare fondi per progetti. Il nostro paese, infatti, investe poco in ricerca e sviluppo (1.3% del PIL contro una media europea del 2.2%). Tra le varie possibilità per sostenere la ricerca italiana c’è anche il crowdfunding. La pandemia di Covid-19 ha rappresentato uno straordinario occasione per sperimentare la potenza del crowdfunding per sostenere la ricerca ed il settore sanitario.

Per l’emergenza Covid-19 sono stati raccolti oltre 25 milioni di euro attraverso le principali piattaforme di crowdfunding, soprattutto nelle drammatiche settimane del primo lockdown.

Ma l’attività non si è fermata e nei mesi successivi si sono moltiplicate le iniziative a favore dei settori più colpiti dall’emergenza socio-economica oltre che sanitaria.

Come è nata e si è sviluppata l’idea del Festival ?

L’idea originale nasce da un workshop sul tema del fundraising e del crowdfunding tenutosi nel 2018 presso l’Università degli studi di Bari Aldo Moro cui è seguito nel 2020 una prima edizione del Festival del Crowdfunding 1.0 svoltosi on-line l’1 e 2 ottobre 2020 che ha visto la presenza di 21 relatori di fama nazionale che hanno condiviso idee, tecniche ed esperienze (https://www.uniba.it/eventi-alluniversita/european-crowdfunding-festival).

Quali le novità dell’European Crowdfunding Festival  Junior 2.0

Il Festival sarà riproposto anche quest’anno diverse novità:

  1. La presenza di una operatrice esperta in “Lingua dei Segni Italiana” che consentirà anche ai non udenti di seguire i talk del festival,
  2. Un libro parlante per i non vedenti che metterà loro a disposizione i documenti dei lavori dell’European Crowdfunding Festival 2.0

Inoltre

  1. Una sessione dedicata agli studenti delle scuole elementari, medie e superiori

Junior Europan Crowdfunding Festival vuole essere un percorso che accompagna gli studenti nella progettazione e sviluppo di una campagna di crowdfunding per finanziare di un progetto scolastico reale. Tale progetto sarà un progetto scelto dagli studenti che verrà sviluppato con il sostegno di professionisti.

Il workshop rappresenta un momento in cui i partecipanti progetteranno insieme gli elementi che costituiscono una campagna di crowdfunding.  In questa occasione i genitori degli studenti saranno chiamati a partecipare attivamente alla costruzione di alcuni processi.

Obiettivi

All’interno di questo percorso, il crowdfunding è utilizzato non solo come strumento per raccogliere fondi, ma come mezzo per sviluppare nuove competenze, quali: scrivere e sviluppare un progetto, definire e realizzare gli elementi di una campagna di comunicazione, lavorare in team, coinvolgere la comunità per raggiungere un obiettivo comune.

Guberti Emilia


Redazione

Redazione