Tessitura di Mottola, Galante: “La Regione tuteli i lavoratori dello stabilimento”

Tessitura di Mottola, Galante: “La Regione tuteli i lavoratori dello stabilimento”

Tessitura di Mottola, Galante: “La Regione metterà in campo tutti gli strumenti per tutelare i lavoratori dello stabilimento”
“Continueremo a seguire passo dopo passo la vertenza dei circa 120 lavoratori della Tessitura di Mottola, dopo la decisione del Gruppo Albini di mettere in liquidazione lo stabilimento. Oggi abbiamo fatto il punto della situazione: la Regione metterà in campo tutti gli strumenti per tutelare i lavoratori e l’auspicio è quello di arrivare a una riconversione del sito, in modo che nessuno resti a casa. L’obiettivo è arrivare nel più breve tempo possibile a una soluzione positiva della vertenza, che non riguarda solo Mottola, ma tutto il versante occidentale della provincia di Taranto, già duramente colpito da altre crisi occupazionali”. Lo dichiara il consigliere del M5S Marco Galante a margine delle audizioni in VI Commissione, da lui richieste, sulla vertenza occupazionale del Cotonificio Gruppo Albini di Mottola.

“In audizione oggi si è fatto il punto dopo l’insediamento del tavolo tecnico della Task Force regionale – continua Galante – che, è stato spiegato, sta già avviando un’interlocuzione con INPS, per quello che riguarda la cassa integrazione e avvierà una interlocuzione con l’ advisor a cui l’Albini ha affidato un incarico della durata di 9 mesi per la vendita e la reindustrializzazione dello stabilimento.

Saranno poi attivate le procedure per il ricorso a strumenti di competenza regionale e i sindacati hanno chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico l’apertura di un tavolo nazionale sulla vertenza, che potrà confrontarsi con il tavolo regionale, la cui prossima riunione è fissata per il 20 aprile. Siamo al fianco del sindaco di Mottola Giampiero Barulli e di tutta la comunità e l’impegno preso oggi in Commissione è stato quello di continuare a mantenere alta l’attenzione fino a quando non avremo certezze sul futuro del sito e dei lavoratori, facendo tutto quanto il possibile per quello che attiene la competenza regionale.

Non deve ripetersi quanto già accaduto con i lavoratori della ex Miroglio, la cui vertenza dura da 10 anni”


Redazione

Redazione