La sacra spina in visita a Minervino

La sacra spina in visita a Minervino

Il nostro cammino quaresimale ci ha radunati oggi, in questa Cattedrale. Tutta la città riunita con il suo vescovo, per una “STATIO QUARESIMALE” che, ancora una volta, guarda al piccolo, all’invisibile, al chicco di grano che muore nel cuore del Vangelo.

Che importanza può mai avere una spina? Nessuna, finché rimane nascosta tra i rovi, nel pretorio di Pilato! Ma se si posa sul capo di Cristo Signore, se assiste in prima persona alla Sua Passione, se muore con Lui sulla Croce, allora diventa una reliquia pregna di fede e venerazione, diventa una fonte di benedizione, diventa un invito al donarsi per amore…come il piccolo seme.

Al termine di questa Quaresima, dobbiamo avere occhi nuovi per riconoscere che la vita è nascosta oltre la dura scorza che indurisce il cuore. Il viaggio non è ancora finito! 👣

Dobbiamo CERCARE TERRENI FERTILI in cui marcire e maturare a vere spighe, dobbiamo conservare mani semplici per impastare farina e farne pane, un dono di vita, che sboccia per tutti. Anche tra le spine.

Marianna Giuliano


Redazione

Redazione