Poesie. ‘Pane e…Quotidiano’

Poesie. ‘Pane e…Quotidiano’

La Poesia è per tutti

foto di copertina  Federico Garcia Lorca

… la poesia non si mangia ma può diventare indispensabile

Rubrica culturale del Corriere di Puglia e Lucania, a cura di Maria Pia Latorre ed Ezia Di Monte

L’intento della rubrica è quello di sfatare l’idea che la poesia sia qualcosa di astruso e che possa piacere o non piacere. In realtà la poesia è nelle nostre vite più di quanto noi possiamo immaginare. Basti pensare alla commistione della poesia con le altre forme artistiche, per esempio alla musica pop, di cui essa è un riflesso.

Proporremo, ogni giorno, pochi grammi di poesia, legati ad un fatto del giorno o ad una data da ricordare sperando che, tra le mille incombenze quotidiane, ogni Lettore, possa ritagliarsi qualche minuto per stare a contatto con l’universo poetico che vibra intorno a noi.

Buona Poesia!

Maria Pia Latorre ed Ezia Di Monte

redazione@corrierepl.it

^^^

Il 24 marzo 1919, nacque a Yonkers, Lawrence Monsanto Ferlinghetti, poetaeditore e libraio statunitense. Il padre, Carlo Ferlinghetti, nato a Brescia, emigrò negli Stati Uniti, ma morì sei mesi prima della nascita di Lawrence. Poco dopo la madre fu ricoverata in manicomio. Lawrence venne affidato alla zia Emily, con la quale visse i suoi primi cinque anni, a Strasburgo, dove acquisì il francese come lingua madre. Quando la zia fu assunta come governante a New York, i suoi datori di retribuzione, la famiglia Bislands, adottarono Lawrence consentendogli di studiare giornalismo. Si arruolò nella marina militare statunitense durante la seconda guerra mondiale. Fu al momento dell’arruolamento, quando fu necessario esibire il certificato di nascita, che scoprì che il padre aveva cambiato l’originale cognome italiano in Ferling. Dalla pubblicazione della sua prima raccolta di poesia, Pictures of the Gone World, nel 1955 utilizzò il cognome d’origine. Dopo la guerra ottenne un diploma postlaurea alla Columbia University e un dottorato alla Sorbona. Insegnò francese, fu critico letterario, dipinse e infine, nel 1953, si stabilì a San Francisco, dove fondò la libreria e la casa editrice City Lights. Con ‘City Lights’ pubblicò i primi lavori letterari della Beat Generation, tra cui opere di  Jack Kerouac e Allen Ginsberg. Nel 1956, finì in prigione per aver pubblicato Urlo, di Ginsberg. È  morto la mattina del 22 febbraio 2021, all’età di 101 anni, a causa di una malattia ai polmoni.

STORIA DELL’AEROPLANO

[…] E continuarono a volare e volare

finché non volarono dritti nel XXI secolo

e allora un bel giorno un Terzo Mondo restituì il colpo e

prese d’assalto i grandi aerei e li pilotò

dritti nel cuore pulsante di Skyscraper America

dove non c’era alcuna uccelliera e nessun parlamento di colombe

e in un lampo accecante l’America divenne parte

del cuore bruciato della terra

E un vento di ceneri soffia sulla nazione

E per un lungo momento nell’eternità

C’è caos e disperazione

E amori sepolti e voci

Pianti e sussurri

Riempiono l’aria

Ovunque


Redazione

Redazione