Quanto durerà?

Quanto durerà?

Di Giorgio Brignola

Questo Esecutivo riuscirà a sollevarci dal decadimento socio/economico che ci perseguita? I presupposti di cambiamento, ora, sembrano possibili. Il Covid-19 non avrà vita eterna, ma la recessione, che ha favorito, sì. Comunque, il secondo semestre di quest’anno potrebbe essere decisivo per l’economia del Paese. Al momento, non siamo nelle condizioni d’essere oggettivamente ottimisti, ma neppure caparbiamente pessimisti. Contiamo sull’UE; anche perché la sorte dell’Europa Stellata ci accomuna. Gli aspetti nodali della questione sono, però, sempre delicati e in equilibrio instabile. Se, per il passato, non ci siamo trovati sempre in sintonia con chi è stato alla guida politica del Paese, oggi riteniamo che la Penisola supererà anche questa successiva prova. Draghi ha molte”carte” da mettere in campo e le saprà “giocare” bene. Al momento c’è solo d’attendere l’evoluzione dei fatti e dei prosiegui politici che ne deriveranno. La Pandemia sarà sconfitta; anche se la sofferenza resterà ancora, a lungo, in primo piano. Nonostante tutto, rivedremo la “luce”. Tenuto conto della situazione, non ci sentiamo, quindi, d’escludere la possibilità della gestione di una politica più coerente. Sempre che si provveda, a tempo debito, al cambiamento di una legge elettorale contraddittoria. Il Coronavirus, del quale s’inizia a sapere di più, ha evidenziato, pur con parecchio dolore, che la politica italiana dovrebbe, ora, modificarsi in modo differente. Superata l’emergenza virale, con una Penisola con meno risorse, il Popolo italiano, memore delle sofferenze affrontate, contribuirà al rilancio del Paese. Più con “realismo”, che con “ottimismo”. Noi ne seguiremo, gli sperati, sviluppi.

Giorgio Brignola


Daniela Piesco

Daniela Piesco