È un Bari che non sa più vincere

È un Bari che non sa più vincere

Dopo due sconfitte consecutive contro la Casertana arriva solo un pareggio per 1 – 1 che sa più di sconfitta che altro. Ora bisognerà fare attenzione a non perdere il terzo posto

Primo tempo non molto entusiasmante e con poche emozioni quello tre Bari e Casertana. Entrambe le squadre hanno dato vita ad una gara giocata con molta cautela per paura di prendere goal. Gli ospiti sono stati bravi a bloccare le vie centrali costringendo i padroni di casa a giocare sugli esterni. Poi, quando meno te lo aspetti, è arrivato il vantaggio biancorosso con D’Ursi con un preciso tiro a giro di destro terminato sotto l’incrocio dei pali. E al 45’ gli ospiti riescono a raggiungere il pareggio su una punizione calciata da Pacilli vicino alla linea di fondo campo, sulla palla arriva tutto solo Carillo che mette dentro.

Nella ripresa si è assistito ad un monologo biancorosso verso la porta avversaria, ma gli uomini di Guidi sono stati bravi ad attendere e a ripartire in contropiede. In questa seconda parte di gioco Carrera è passato dal 4 – 2 – 3 – 1 al 4 – 3 – 1 – 2 mandando in campo una formazione tutta d’attacco. Alla fine, però, dopo aver inanellato il risultato è rimasto quello del primo tempo. Ma Rosso, al 47’ dopo un veloce contropiede avrebbe potuto portare in vantaggio i suoi, ma Frattali si è fatto trovare pronto.

Bari ( 4 – 2 – 3 – 1 ): Frattali, Semenzato, Di Cesare, Perrotta, Sarzi Puttini, Maita, De Risio, Marras, Antenucci, D’Ursi, Cianci. A disposizione: Marfella, Fiory, Rolando, Dargenio, Sabbione, Candellone, Minelli, Lollo, Colaci, Mercurio. All: Carrera

Casertana ( 4 – 3 – 3 ): Avella, Hadziosmanovic, Ciriello, Carillo, Rillo, Varesanovic, Santoro, Matese, Pacilli, Cuppone, Turchetta. A disposizione: Dekic, De Sarlo, Rosso, De Vivo, Matos, De Lucia, Longo. All: Guidi

Ammoniti: Hadziosmanovic, Sarzi Puttini, Ciriello, Sabbione, Semenzato, Cuppone. Espulsi: nessuno. Angoli: 12 – 1. Recupero tempo: p.t. 3’; s. t. 4’

RETI: p.t. 25’ D’Ursi; 45’ Carillo

ARBITRO: Bordin di Bassano del Grappa

LA CRONACA: Al 4’ Bari vicino al vantaggio con una deviazione di Di Cesare su angolo battuto da Marras. Avella salva sulla linea di porta. All’8’ Cianci da due passi non riesce a concludere grazie all’intervento provvidenziale dell’estremo difensore ospite. Dopo due minuti si fa vedere la Casertana con un tiro sul primo palo di Pacilli che finisce a lato. Al 25’ Bari in vantaggio. Cianci serve D’Ursi che fa partire un destro a giro che termina sotto l’incrocio dei pali. Avella ci arriva ma non può nulla. Al 32’ ammonito Hadziosmanovic per un fallo su D’Ursi. Al 35’ ammonito Sarzi Puttini per un fallo su Matese. Al 39’ ammonito Ciriello per fallo tattico. Al 41’ sostituzione per il Bari. Dentro Sabbione, fuori Sarzi Puttini per infortunio. Al 45’ la Casertana pareggia. Punizione calciata da Pacilli vicino alla linea di fondo campo, sulla palla arriva Carillo che, tutto solo in area di rigore, mette dentro.

Nella ripresa, al 1’, dentro Rolando, fuori D’Ursi. All’8’ ammonito Sabbione per un fallo su Cuppone. Al 12’ Cuppone ruba palla a un difensore del Bari calciando di prima intenzione, ma la palla va fuori di poco. Al 15’ tiro di sinistro dalla distanza di Antenucci con palla che viene deviata in angolo dal portiere. Al 17’ tiro – cross di Rolando deviato in angolo ancora una volta da Avella. Al 18’ dentro Rosso, fuori Pacilli. Al 20’ ammonito Semenzato per fallo su Rillo. Al 27’ dentro Candellone, fuori Semenzato. Al 29’ ospiti vicino al vantaggio con un tiro di Turchetta, dopo un altro errore del Bari, da posizione defilata, tiro che termina di pochissimo a lato sulla sinistra di Frattali. Al 31’ dentro Longo, fuori Turchetta. Al 35’ dentro Matos, fuori Matese. Al 47’ contropiede della Casertana, tiro di Rosso con Frattali che manda in angolo sulla sua sinistra. Al 48’ ammonito Cuppone per fallo tattico.

90’: Carrera: “Abbiamo fatto tanti passi indietro rispetto all’inizio e per questo sono deluso. Oggi ci è andata molto bene perché abbiamo rischiato di perdere la partita. Personalmente non posso fare altro che continuare a lavorare e cercare di fare il meglio. Nel primo tempo non abbiamo disputato una brutta partita. Purtroppo abbiamo commesso le solite disattenzioni difensive che ci hanno portato alla rete del pareggio. Nella ripresa ci siamo disuniti. Ho provato a cambiare modulo per dare ampiezza e attaccare la profondità però, purtroppo, non siamo riusciti a farlo. A questo punto la partita si è complicata. Non abbiamo letto bene alcune situazioni. Inoltre abbiamo preso dei contropiedi pericolosi che non avremmo dovuto prendere. Si è visto che la squadra ha attaccato senza idee e senza fare le cose che avrebbero dovuto fare. Ho messo in campo gli esterni per i cross mentre abbiamo continuato a giocare la palla in mezzo al campo. In campo non c’era spazio e abbiamo preso la rete del pareggio in contropiede. Questa è stata la dinamica della partita. In settimana dovrò capire cosa scatta nella testa dei giocatori. Inoltre devo capire a fondo quale è il vero problema di questa situazione. Non è una squadra giovane, ma sono abbastanza maturi per leggere le situazioni in campo. Questo mi lascia un pò di delusione”. E sulla prossima partita contro il Catanzaro ha detto. “Quella di domenica pomeriggio sarà una partita difficile e importante. Dipenderà solo da noi e di quello che saremo disposti a fare per ottenerlo”.

Di Micol Tortora


Redazione

Redazione