“Vaccinare gli operatori del Commercio ed introdurre l’anno bianco fiscale”.

“Vaccinare gli operatori del Commercio ed introdurre l’anno bianco fiscale”.

Profonda preoccupazione. È lo stato d’animo del consigliere dell’Unione dei comuni della fascia orientale della provincia di Taranto Angelo Di Lena da lunedì 15 marzo, da quando la Puglia è entrata in zona rossa.
“Chiudere tutte queste attività commerciali e imprese è stato un male .
Dopo il lockdown che ha costretto le imprese a fermarsi per oltre due mesi, dallo scorso Marzo fino a Maggio ,si torna anche quest’anno all’incubo delle chiusure forzate. Una beffa soprattutto per chi ha adottato all’interno delle proprie attività misure igienico-sanitarie anti-contagio per garantire la tutela della salute e la sicurezza di operatori e di clienti.
Poteva essere trovata una soluzione diversa a tutto quello che stiamo vivendo.
La chiusura è ingiusta e ha creato forti disagi a tanti.
Personalmente avrei preferito dare la priorità alle vaccinazioni a tutte le categorie sovraesposte , ovvero a stretto contatto con le persone.
In una situazione d’emergenza come questa stiamo ancor più penalizzando le attività economiche senza tenere conto che i costi di gestione di una piccola azienda sono ingenti. Eppure ad oggi non c’è stata nemmeno una diminuzione delle tasse fisse e pochi ristori.
Il problema sanitario è serio ma lo Stato deve fare di più .
Occorre un  anno bianco fiscale”.

Redazione Corriere di Puglia & Lucania


Redazione

Redazione