Castel Del Monte, un gioiello pugliese, che pecca ancora di poca accessibilità

Castel Del Monte, un gioiello pugliese, che pecca ancora di poca accessibilità

Da pugliese, figlia di questa terra considero Castel Del Monte uno dei gioielli storici più preziosi al mondo, non perché è ubicato nella mia regione, ma per la sua storia secolare e la sua posizione isolata fuori dal comune.

Parto col dirvi che due weekend fa quando eravamo in zona gialla, mi sono recata in visita con grande entusiasmo, presto spezzato dallo stato in cui si conserva il luogo.

Vale la pena di ricordare che dall’inizio della strada provinciale che porta al maniero, è vietato l’accesso alle auto, ovviamente un divieto esistente solo sul cartello perché nella pratica il mio percorso di visita di ingresso al castello è stato ostacolato dalle numerose auto, costrette a compiere numerose manovre per poter svoltare. Mi viene da dire: “che brutta immagine negativa per un turista, che vuole godersi il suo percorso nella più totale sicurezza ed è costretto a subirsi lo smog!”.

Tralasciando questo periodo di Covid, è il caso di dirlo il sito per quanto attrattivo risulta inaccessibile a causa della mancanza di collegamenti pubblici dalle città vicine per poterlo raggiungere. Presto questo Castello dovrà riaprire alla stagione turistica (almeno si spera) con i soliti problemi ormai noti, figli di una pessima macchina amministrativa.

Annamaria Iannelli

Tag. Castel del Monte, Puglia


Redazione

Redazione