L’erboristeria delle lettere

L’erboristeria delle lettere

L’erboristeria delle lettere inserita nella rubrica Arte, Cultura & Società

L’erboristeria delle lettere è composta da quattro amici che vogliono occuparsi di letteratura e di benessere. L’idea è partita da Barbara G. Renzi, che ha lavorato come CBT therapist in UK e ha utilizzato nella sua pratica terapeutica le storie come strumento di introspezione e cambiamento. Ha poi coinvolto Chiara Rantini, Benetto Ghielmi, Stefano Toson, scrittori emergenti con una forte passione per la poesia e la letteratura. Lavorare insieme aiuta a proporre diversi punti di vista e a dare un quadro della letteratura più completo.

Consiglieremo storie che, come tisana e erbe antiche, ci aiutano a vivere meglio e a vedere il mondo con occhi propositivi.

Crediamo fermamente che soprattutto in un periodo storico come questo ci sia bisogno di storie e che della letteratura ne venga evidenziato l’uso pedagogico oltre a quello estetico. Il bello “cura” e aiuta a vivere bene.

Erboristeria delle lettere

Le piante, I fiori, il mare con la sua voce rauca, le montagne invernali con le nuvole screziate di blu e la nebbia che scende ci parlano costantemente. Mormorano, strillano, ululano e conversano con noi con una voce che non sappiamo ascoltare, come non sappiamo prestare attenzione al nostro richiamo interiore che ci dice che siamo natura, non i suoi opposti e contrapposti, non altro, non i suoi superiori: siamo parte di quel vento che impetuoso ci costringe ad accendere il fuoco d’inverno e di quella brezza che ci accarezza nelle giornate afose estive. Camminare, passeggiare tra i boschi o lungo mare ci aiuta a capire chi siamo come la letteratura ci insegna i volti e i risvolti dell’animo umano, spiegando le curve dei nostri pensieri.

Siamo polvere e vento e viviamo anche in quelle foglie e in quegli alberi che non apprezziamo, che distruggiamo uccidendoci. Siamo quelle onde del mare che navighiamo pensando di domare.

In un mondo liquido e centrifugo la letteratura come la natura viene spesso tralasciata come se fosse l’acqua sporca dei piatti in cui abbiamo mangiato e che laviamo accuratamente. Proprio quell’acqua gettata nello scolo del lavandino. E vi sembra poco, la capacità di lavare lo sporco? La letteratura come la natura ci aiutano a capire chi siamo e curano le nostre ferite interiori come le erbe usate in un lontano passato.

L’erboristeria delle lettere è il luogo virtuale ed emotivo, dove le parole e le erbe si abbracciano per lenire le emozioni troppo forti come la loro mancanza, per spiegare le paure e confonderle con profumi di fiori e piante, finché non vengano affrontate con il sorriso pacato dichi sa chi è e sa cosa vuole.

L’erboristeria delle lettere vi e ci aiuta a affrontare tutti quei sentimenti ce quelle emozioni che ci rendono melanconici, tristi, infelici, scontenti anche quando esserlo non ci serva a reagire. L’erboristeria delle lettere guarda alla letteratura mondiale, non solo a livello estetico ma anche come mezzo per crescere e vivere compiutamente.


Redazione

Redazione