Fine Agosto

Fine Agosto

Chi cammina, dimentica ./ E chi si ferma sogna. (Federico Garcìa Lorca, “Corrente”)

Ritorno alle mie stanze
consuete, ma diverse
ancora immaginate;
la persa primavera,
aghi azzurro verdi dal passato
mi scalfiscono, fragili cristalli;
e i luoghi mi risucchiano
in momenti remoti
che avverto presenti. E mi nascondo,
stupita di riviverli. Rare gocce di nuvole
preannunciano l’autunno;
mare verde mi abbraccia
calmo, e mi lascia in bilico;
terra che zolla a zolla
perde la sua calura
uterina, materna,
rassicurante;
e il vento malinconico
interseca il sole meridiano
coi suoi raggi calanti,
nel rito collettivo
di voci di preghiera. E mi mostro
pronta a rievocarlo;
distratta, raccolgo fronde
colorate d’oblìo,mi perdo ancora
bambina, adolescente donna
nella mia folla,
in sensazioni note,
in pensieri, epicentri
antichi, dimenticati
di sogni irrealizzati irrealizzabili.

Anna Loreto


Daniela Piesco

Daniela Piesco