Fondazioni Culturali. Laricchia (M5S): “Il tavolo tecnico dovrà concentrarsi su assunzioni, appalti, bilanci e programmazione”

“Il tavolo tecnico sulle Fondazioni Culturali cofinanziate dalla Regione Puglia deve essere utile a tutto il settore culturale, in modo da non ripetere gli errori di gestione del passato, che purtroppo hanno avuto ripercussioni sull’intero comparto. Ritengo che gli aspetti su cui concentrarsi debbano essere principalmente quattro: la gestione degli appalti e delle assunzioni, l’analisi dei bilanci e le proposte per la futura programmazione. Per approfondire tutti questi aspetti credo sia necessario ascoltare non solo i rappresentanti delle Fondazioni Culturali, ma anche artisti, esperti e giornalisti che in passato si sono occupati di casi come quello della Fondazione Petruzzelli o della Focara di Novoli o comunque della gestione delle fondazioni. Una proposta che metterò per iscritto nel documento con cui verrà definito l’iter delle audizioni che scriveremo nei prossimi giorni assieme al Presidente della VI Commissione Metallo e agli altri componenti del tavolo tecnico”.  Così la consigliera del M5S Antonella Laricchia a margine della seduta della Commissione VI in cui si è tornati a parlare del percorso per arrivare al tavolo tecnico sulle Fondazioni culturali, avviato in seguito alla discussione sulla sua proposta di legge avviata nella scorsa seduta.

“È necessario anche – continua Laricchia –  che le Fondazioni prima delle audizioni, che saranno calendarizzate ogni mercoledì, facciano pervenire i bilanci e i documenti che riterremo utili per un’analisi approfondita, che purtroppo nella passata legislatura abbiamo spesso faticato ad ottenere. L’obiettivo deve essere una maggiore trasparenza su come vengono gestite le risorse, gli appalti e le nomine delle Fondazioni e far sì che il Consiglio possa incidere sulla governance delle stesse, ovviamente nell’ambito delle proprie competenze. Bisogna capire quali sono le buone pratiche e risolvere le criticità che ci sono state finora, in modo da avere una programmazione omogenea e dar vita a una formazione continua che possa davvero essere da supporto ai talenti che abbiamo sul territorio. Se al termine delle audizioni non avrò ottenuto le risposte che chiedo ripresenterò la proposta di legge per l’istituzione della Commissione di studio e inchiesta sulle Fondazioni Culturali. Parliamo di una richiesta di maggiore trasparenza che facciamo dalla scorsa legislatura assieme all’ex consigliere regionale Gianluca Bozzetti e che continuerò a portare avanti fino a quando non avrò raggiunto gli obiettivi auspicati”.


Redazione

Redazione