Taranto – Palazzo Archita Tar blocca lavori, FdL chiede riferimento in Consiglio Comunale

Taranto – Palazzo Archita Tar blocca lavori, FdL chiede riferimento in Consiglio Comunale

Il Palazzo Archita è l’emblema culturale del Borgo Umbertino, quella continuità didattica che partì proprio da Archita da Taranto, il primo sindaco ellenico della città. Segue un comunicato dell’opposizione al consiglio comunale.

“Nei giorni scorsi non abbiamo neanche fatto in tempo ad ascoltare le rassicurazioni del sindaco circa il fatto che l’amministrazione comunale fosse finalmente pronta ad avviare il recupero integrale di Palazzo Archita che il Tar di Lecce ha annullato, previa sospensione dell’efficacia, gli atti d’affidamento della progettazione dei lavori di recupero del prestigioso immobile tarantino. Un affidamento che il Tar ritiene nullo in quanto, rilevando gli errori commessi dalla commissione giudicatrice, sentenzia che la società aggiudicataria dell’appalto fosse sprovvista di un requisito imprescindibile e che pertanto andava esclusa dalla gara. E pensare che l’amministrazione comunale per garantire il buon andamento dell’appalto aveva sbandierato di averlo affidato a una “commissione giudicatrice volutamente composta da soli esperti esterni” affidando dunque incarichi ad hoc di cui vogliamo ora conoscere i relativi compensi. Soprattutto però vogliamo sapere se l’amministrazione comunale intende dare immediatamente esecuzione alla sentenza del Tar, come lasciato presagire dall’assessore Viggiano in una recente dichiarazione, affidando l’appalto alla società che ha vinto il ricorso o attendere che si definisca l’eventuale ricorso al Consiglio di Stato come ci sembra capire da informazioni assunte informalmente presso gli uffici. Tutte queste domande le abbiamo così rivolte al sindaco Melucci depositando un’interrogazione urgente. Il recupero del prestigioso palazzo del borgo umbertino è strategico per il rilancio dell’intero centro cittadino per questo ci preoccupa questa nuova battuta d’arresto che la vicenda amministrativa riguardante l’Archita fa sorprendentemente registrare. E’ necessario allora che la città, più volte mobilitata per la riqualificazione dell’immobile, sappia come realmente stanno i fatti per questo, come da noi richiesto, è doveroso che il sindaco di Taranto riferisca immediatamente in consiglio comunale dando risposte certe alle nostre domande e all’intera comunità ionica.”

Giampaolo Vietri

Floriana de Gennaro

Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia al Comune di Taranto


Roberto De Giorgi

Roberto De Giorgi