Trafficanti affondano nave con 3 tonnellate di cocaina a bordo

Trafficanti affondano nave con 3 tonnellate di cocaina a bordo

A causare l’incidente sarebbero stati gli stessi trafficanti, che avrebbero di proposito fatto colare a picco il bastimento per non farsi prendere dalla polizia spagnola – Il videoù

Circa tre tonnellate di cocaina sono state recuperate e sequestrate su una nave cisterna in alto mare. Tuttavia l’equipaggio si è auto affondato dopo essersi accorti di essere stati scoperti dalla polizia.

L’incredibile incidente è avvenuto nell’Oceano Atlantico al largo della costa di Ribadeo, in Spagna. L’operazione è stata confermata dalla polizia locale. Gli agenti hanno collaborato con i funzionari doganali e con gli uomini della marina nell’irruzione a bordo della Nehir, una nave (IMO: 9508639, MMSI: 374960000) General Cargo Ship costruita nel 2010 che navigava attualmente sotto bandiera di Panama con destinazione nel porto di Haifa. La polizia ha riferito che i trafficanti avevano pianificato di spostare la droga su navi più piccole al largo della Galizia, per la successiva distribuzione ad altre navi europee tra cui l’Italia. I giornali locali hanno riferito che nove marittimi provenienti dalla Georgia e dalla Turchia sono stati arrestati dalla polizia.

Quando l’equipaggio si è reso conto che ormai non c’era più nulla da fare, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha deciso di affondare la nave, ma la polizia è riuscita lo stesso a recuperare la droga e ad arrestare gli uomini a bordo. La cisterna è affondata in meno di due ore. Ecco il video diffuso dalla Guardia Civil spagnola in cui mostra gli ufficiali che salgono a bordo della nave, poi si sentono alcuni colpi e infine la petroliera che affonda: 


Roberto De Giorgi

Roberto De Giorgi