Governo: nominati i sottosegretari, 19 donne e 20 uomini

Governo: nominati i sottosegretari, 19 donne e 20 uomini

Il Cdm ha dato il via libera alla lista dei sottosegretari del governo Draghi, dopo una breve sospensione: sono 39, 20 uomini e 19 donne. La delega allo sport sara’ assegnata successivamente. Sei sono viceministri, quattro donne e due uomini: Marina Sereni (Esteri), Laura Castelli (Economia), Gilberto Pichetto Fratin e Alessandra Todde (Sviluppo economico), e Teresa Bellanova e Alessandro Morelli (Infrastrutture e Trasporti). Torna anche Scalfarotto. Alla fine 11 sottosegretari per il M5s, 9 per la Lega, 6 per FI e Pd, 2 per Italia Viva, uno di Leu, uno del centro democratico, e uno di +Europa.

Il Consiglio dei ministri ha nominato trentanove sottosegretari, nel rispetto dei limiti previsti dalla legislazione vigente. Dei nuovi sottosegretari, sei assumeranno le funzioni di viceministro, con deleghe che saranno successivamente loro attribuite. Sara’ successivamente designato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo Sport. E’ quanto si legge nella nota diffusa da palazzo Chigi al termine dell’odierna riunione del Cdm. Sottosegretari alla presidenza del Consiglio sono stati nominati Deborah Bergamini (FI) e Simona Malpezzi (Pd) per i Rapporti con il Parlamento, Dalila Nesci (M5s) per il Sud e la Coesione territoriale, Assuntela Messina (Pd) per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vincenzo Amendola (Pd) per gli Affari europei, Giuseppe Moles (FI) all’Informazione ed all’Editoria, Bruno Tabacci (Centro democratico) al Coordinamento della politica economica, l’attuale capo della Polizia, Franco Gabrielli, alla sicurezza della Repubblica. Marina Sereni (Pd) viene confermata viceministro agli Esteri ed alla Cooperazione internazionale con sottosegretari Manlio Di Stefano (M5s) e Benedetto Della Vedova (+ Europa). Vengono nominati sottosegretari all’Interno Nicola Molteni (Lega), Ivan Scalfarotto (Italia viva) e Carlo Sibilia (M5s). sottosegretari alla Giustizia sono Anna Macina (M5s) e Francesco Paolo Sisto (FI), mentre quelli alla Difesa sono Giorgio Mule’ (FI) e Stefania Pucciarelli (Lega).

Per quanto concerne il dicastero dell’Economia e delle Finanze, confermato il viceministro Laura Castelli (M5s), con sottosegretari Claudio Durigon (Lega), Maria Cecilia Guerra (Leu) ed Alessandra Sartore (Pd). Viceministri dello Sviluppo economico sono Gilberto Pichetto Fratin (FI) ed Alessandra Todde (M5s), con sottosegretario Anna Ascani (Pd). Come sottosegretari al ministero per le Politiche agricole, alimentari e forestali troviamo Francesco Battistoni (FI) e Gian Marco Centinaio (Lega). Ilaria Fontana (M5s) e Vannia Gava (Lega) sono nominate sottosegretari alla Transizione ecologica. Viceministri alle Infrastrutture ed ai Trasporti sono Teresa Bellanova (Italia viva) ed Alessandro Morelli (Lega), con Giancarlo Cancelleri (M5s) come sottosegretario. Rossella Accoto (M5s) e Tiziana Nisini (Lega) sono i nuovi sottosegretari al Lavoro ed alle Politiche sociali. Quanto al ministero dell’Istruzione, vengono nominati sottosegretari Barbara Floridia (M5s) e Rossano Sasso (Lega). Lucia Borgonzoni (Lega) diventa sottosegretario ai Beni ed alle Attivita’ culturali, mentre alla Salute i sottosegretari sono Pierpaolo Sileri (M5s) ed Andrea Costa (NcI).


Redazione

Redazione