Draghi accelera sul Dpcm, per il Cts serve ancora prudenza

Draghi accelera sul Dpcm, per il Cts serve ancora prudenza

Si moltiplicano le chiusure a livello locale, a causa della recrudescenza dell’epidemia e dell’allerta varianti. In Lombardia, istituite “zone arancioni rafforzate” in tutta la provincia di Brescia ed in otto comuni del Bergamasco e del Cremonese, Bertolaso parla di “terza ondata”. Nel Lazio, zona rossa a Torrice, in Ciociaria, per la variante inglese che, secondo gli esperti, e’ presente al 30% in tutta Italia e a meta’ marzo diventera’ predominante. Chiusa a una scuola a Roma per quella brasiliana. In 24 ore 13.314 nuovi casi e 356 vittime, il tasso di positivita’ scende al 4,4%.

AstraZeneca prevede di fornire meno della meta’ delle dosi di vaccino anti-Covid all’Unione europea rispetto al contratto nel secondo trimestre. Lo ha reso noto un funzionario dell’Ue alla Reuters. Il funzionario ha detto che AstraZeneca ha riferito che “avrebbe erogato meno di 90 milioni di dosi nel secondo trimestre”. Vertice in videoconferenza tra il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, la presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen, il premier italiano Mario Draghi, la cancelliera tedesca Angela Merkel, il primo ministro portoghese Antonio Costa, e il leader greco Kiriakos Mitsotakis. Tra i temi, il coordinamento per le misure anti-Covid e la possibilita’ di concordare una “legislazione per un’autorizzazione d’emergenza a livello europeo”. –

Tags: draghi, cts, covid-19,


Redazione

Redazione