I Cani Puffo in Russia, una favola non così allegra

Ambiente & Salute

Nel pieno dell’inverno, in Russia spiccano i cani blu tra la neve, le cui foto fanno il giro del web iniziando da Dzerzhinsk.

di Francesca Leoci

Questi animali così belli da vedere colorati di turchese, pare si siano imbattuti in una discarica di rifiuti tossici contaminati provenienti da una vecchia fabbrica chimica chiusa oramai da 6 anni. Effettivamente il luogo in cui sono scattate le foto si trova nelle vicinanze dello stabilimento, il cui ex proprietario stesso afferma che “i magazzini potrebbero essere rimasti pieni di sostanze chimiche”, tra le quali il solfato di rame che potrebbe dare una giusta spiegazione al colore azzurro. Noto come una sostanza irritante, c’è chi sostiene comunque che non dovrebbe penetrare attraverso il pelo grasso del cane ma che potrebbe più probabilmente sciogliersi in acqua – o con la neve in questo caso.

Nel 2017 in India, infatti, molti cani randagi furono trovati immersi in un fiume, all’interno del quale erano stati versati detersivi e altri prodotti chimici che hanno dato come conseguenza la colorazione azzurra del loro pelo; dopo essere stati portati in ambulatorio veterinario, erano tutti in buona salute tranne uno di loro che a causa delle sostanze chimiche era rimasto accecato.

Nonostante le svariate ipotesi, al momento sono in corso verifiche sugli animali e le autorità locali si stanno occupando delle cure.