Varianti varie variegate e variopinte

Ambiente & Salute

di Romina Vidili

Il covid-19 pare non volerci concedere tregua.
Continua a marciare imperterrito, insieme a chi… “ci sta marciando” letteralmente e notevolmente.

Dopo un breve stop estivo, il covid-19 si è ripresentato ( probabilmente di ritorno da una villeggiatura), con diversi nuovi look: le varianti!

In realtà, non è ancora stato chiarito in che modo, gli scienziati di turno (doveva essere un turno di notte, un po’ assonnato), siano riusciti a riconoscere qualcosa di mai conosciuto prima.

Quindi, grazie a qualche magia della scienza (o ad un colpo di sonno del turno di notte) hanno trovato la variante inglese, quella sudafricana, la variante brasiliana, quella scozzese (sicuramente indossava il kilt), la variante Milanese (con la cotoletta in bocca), quella Pugliese (tradita da un piatto di orecchiette con le cime di rape) ed infine… udite, udite… la variante MISTERIOSA. Sì, proprio così!

(Venghino, signori, venghino… gettonarsi alla cassa!)

A Reggio Emilia hanno trovato una variante che è un mix tra quella inglese, la sudafricana e la brasiliana (praticamente una ammucchiata multietnica), secondo ciò che ha riportato “la Repubblica”.

Ora, non per rovinare l’effetto sorpresa, ma, considerando l’atterraggio di Perseverance su Marte, aspettiamoci una futura, ma non troppo, variante marziana.